CONDIVIDI

Gonzalo Higuain è una macchina da goal, nonostante le difficoltà. In tanti lo hanno preso in giro per essere fuori forma, ma l’argentino è riuscito comunque a colpire quasi tutte le proprie avversarie. L’addio a Madrid e l’approdo a Napoli hanno significato una grande svolta per la sua carriera. Goal come se piovessero, record di reti in un solo campionato. Il suo 36° goal in semi rovesciata contro il Frosinone fece esplodere di gioia tutti i napoletani. L’estate successiva però, fu addio: il trasferimento alla Juve non gli è mai stato perdonato. Uno strappo che non si ricucirà mai, ma lui continua implacabile a segnare. Anche quando i telecronisti lo vedono sottotono, il Pipita la butta dentro.

Gesto ‘ricorrente’

Il Pipita durante le interviste molto spesso si tocca i capelli. Un gesto che non è passato inosservato, soprattutto durante le chiacchierate a bordo campo. Al novantesimo minuto Higuain non ha modo di aggiustarsi i capelli ed improvvisa con la mano. Non è molto furtivo però, se ne accorge chiunque. L’attaccante argentino ogni tanto dissimula asciugandosi il sudore dalla fronte, ma il motivo è un altro. Il bomber sta perdendo i capelli e prova a coprire la stempiatura. Teme gli sfottò dei tifosi avversari? Probabile, un attaccante sempre pronto a far male è temuto dalle difese nostrane. La Juventus si accontenta di un attaccante, anche se non troppo capellone: l’importante è che la butti dentro.

Un vizietto che aveva già ai tempi napoletani. Guardate un po’ qui, il bomber allora guidava la classifica con il Napoli e ringraziava Sarri, tra una toccatina ai capelli e l’altra…

Puntuale come il suo goal, ecco il gesto di Higuain (ancora una volta):