CONDIVIDI

Marek Hamsik ha scritto la storia della SSC Napoli, ormai è ufficiale. Quel gol realizzato contro la Sampdoria l’ha reso il marcatore più prolifico di tutti i tempi nella storia del Napoli, raggiungendo quota 116 e superando uno che dietro la maglietta aveva scritto “Maradona”. Il tutto ebbe inizio circa 10 anni fa, quando “Marekiaro” lasciò Brescia per trasferirsi nel club di De Laurentiis. Anno dopo anno, gol dopo gol, Hamsik ha raggiunto e poi superato Diego Armando Maradona per numero di gol realizzati con la maglia del Napoli.

Arrivano i riconoscimenti

Se li è meritati tutti. Dal primo all’ultimo. Hamsik viene riempito d’elogi e riconoscimenti in questi giorni e non ce n’è uno che non sia meritato. Il sito della Uefa, in particolare, ha elogiato il capitano del Napoli: «E’ il nuovo re di Napoli? Superato Maradona», queste le parole della Uefa che accompagnano una foto di Hamsik, intento a festeggiare l’importante e significativa rete realizzata al San Paolo contro la Sampdoria.

Il bagno di Natale

A testimonianza dell’amore che il capitano del Napoli nutre nei confronti della città, arriva il bagno di Natale. In pratica, lo slovacco si è tuffato nelle acque del mare di Castelvolturno. Impegnato nel sociale, il capitano del Napoli è molto vicino ad una associazione cittadina (“i love Pineta”) per il rilancio della zona.

Marek Hamsik ha anche inaugurato a Pinetamare un campetto di calcio che ha restaurato a sue spese e donato ai ragazzini di Castel Volturno. Un nobile gesto per gli abitanti della città che, probabilmente, gli saranno riconoscenti a vita.