CONDIVIDI

Jorge Sampaoli è stato protagonista di un brutto episodio. Il ct dell’Argentina è stato fermato all’alba da alcuni agenti di polizia a Casilda, città in cui è nato, ed è successo l’impensabile. Doveva essere un controllo di rito: gli agenti l’hanno fermato perché in auto avevano visto più passeggeri del dovuto. Poi gli hanno fatto l’alcol test e di lì si è scatenata la reazione fuori misura del tecnico. L’auto era guidata dal fratello, e a bordo viaggiavano altri parenti. Compresa moglie e figli.

La reazione spropositata

‘Idioti, guadagnate 100 pesos al mese’. Il video è circolato in rete ed ha fatto subito il giro del web. Dalle immagini si evince chiaramente che l’allenatore esce dall’auto abbastanza alterato e avvia una discussione con i poliziotti. Doveva essere un intervento di routine e invece… si è trasformato in un triste episodio. Tra insulti, urla e quant’altro, il commissario tecnico è arrivato a dire: “Idioti, guadagnate 100 pesos al mese”. Per fortuna, la gente che viaggiava con lui è riuscita a placarlo.

E poi… tante scuse?

Sarà stato un momento d’ira. Un lapsus. Il capo della Polizia è intervenuto poco dopo per dichiarare che il tecnico si è scusato, mostrandosi mortificato per il comportamento avuto e per le brutte parole dette agli agenti al momento del controllo. “Ha chiamato per scusarsi, è stata una telefonata breve”, ha ammesso Federico Censi come riportato dai media argentini. Le scuse del  commissario tecnico sono giunte dopo la pubblicazione in Rete del video che lo ha immortalato mentre discuteva animosamente con i poliziotti che gli avevano elevato la contravvenzione.