CONDIVIDI

Il Napoli ha trovato finalmente l’erede di Maradona, è slovacco e si chiama Marek Hamsik. Quella rete contro la Sampdoria gli ha permesso di scrivere la storia del club. Già, perché con quel gol ha scavalcato Diego Armando Maradona nella classifica delle reti segnate con la maglia del Napoli. Il centrocampista slovacco si è piazzato a quota 116. Per un centrocampista, soprattutto, è un risultato straordinario.

Il suo agente ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli soffermandosi sul momento del centrocampista e capitano del Napoli: “È stato un anno importante per Marek, ha superato il record di Maradona ed è orgoglioso di questo. È una cosa che lo responsabilizza. Ora è felice perché si sta godendo il Napoli capolista. Adesso ha messo nel mirino anche il record di presenze del Napoli, è felice di tutti questi primati, ma lui gioca per la squadra e non per le soddisfazioni personali. Per il 2018 vuole lo scudetto in modo tale da dare una gioia incredibile ai tifosi, anche se è difficile perché c’è concorrenza. Ma se la squadra continua così, l’obiettivo può essere raggiunto. Qualora dovesse vincere lo scudetto, Marek sarebbe pronto a farsi un altro tatuaggio e a tagliarsi la cresta”.

Futuro da dirigente del Napoli?

“Futuro? Nel 2020 scade il contratto con il Napoli, di sicuro giocherà per altri cinque anni: può rinnovare, altrimenti non è da escludere una soluzione da dirigente del Napoli. Nuovo Hamsik? C’è Lukas Haraslin, che è attualmente infortunato: ha esordito in Serie A con il Parma, vedremo se ci sarà spazio per lui nel Napoli”.