CONDIVIDI

Siete pronti al futuro? Tenetevi forte, perché nei prossimi anni potremmo assistere alle più importanti partite di calcio trasmesse non più solo sui canali tradizionali. Fino ad ora, soltanto BT Sport e Sky Sport trasmettono la Premier League. Tuttavia, nei prossimi quattro anni potremmo assistere ad una vera e propria rivoluzione.

Premier League: chi se la aggiudica?

Il quotidiano spagnolo, ‘Marca’, scrive che le nuove piattaforme digitali Facebook, Netflix, Amazon e Twitter potrebbero presto farsi avanti per acquistare i diritti per la trasmissione delle partite di Premier. “Questo è il processo di vendita dei diritti televisivi più affascinante della storia, considerando le tante incognite” le parole di un rappresentante storico di questo tipo di processi di vendita alla BBC. Nelle ultime due assegnazioni il prezzo ha avuto un incremento del 70% rispetto a quello precedente.

Si tratta, in effetti, dei più grandi colossi economici mondiali che vogliono farsi strada in un settore per loro ancora nuovo. Amazon ha iniziato a trasmettere il tennis, Facebook la Champions League: ora tocca a Netflix, che ha già portato avanti una gran bella rivoluzione in merito alla riproduzione dei film. Il colosso statunitense punta ad entrare anche nello sport, con il campionato più famoso di tutti.

Cifre mostruose

Il nuovo pacchetto di diritti tv di Premier League vedrà dunque 200 partite, una vasta scelta per gli utenti e tanto lavoro per le emittenti. I prezzi per aggiudicarsi un affare simile sono mostruosi. Dai 216 milioni totali pagati nel 1992 si è passati ai quasi 6 miliardi del 2019: una cifra abnorme che verrà pagata dai vincitori del bando.