CONDIVIDI

Ricordate l’ex portiere della Nazionale tedesca, Tim Wiese? In passato ha fatto parlare molto di sé per la scelta di intraprendere la carriera da wrestler. Adesso, è tornato a parlare raccontando un po’ di sé in un’intervista al sito svizzero Blick. Tra i vari retroscena, ce n’è anche uno di mercato.

Tim Wiese poteva andare al Napoli

Il portiere classe 1981 è stato al Fortuna Colonia, al Kaiserslautern, al Werder Brema (con tanto di incrocio in Champions con la Juve) e all’Hoffenheim. Tuttavia, secondo quanto ha raccontato nella lunga intervista, avrebbe rinunciato anche a diverse proposte allettanti da squadre abbastanza prestigiose: “Non mi sono ritirato a 32 anni, fino all’anno scorso avevo un contratto con l’Hoffenheim. Avevo un contratto veramente soddisfacente. Perché mi sarei dovuto rompere le ossa? Sarei potuto andare al Napoli o in Russia. Ma l’Hoffenheim mi pagava una bella vita per fare niente”.

Programmi per il futuro?

La sua avventura nel mondo Wrestling è già giunta al termine. Una volta fatto l’esordio, ha subito rinunciato ad una vita intera sul ring: “Io un professionista del wrestling? Volevano ingaggiarmi per tre anni e mandarmi in America. L’ho escluso. Ho 36 anni e nessuna voglia di allenarmi ogni giorno. Posso fare un paio di incontri all’anno. Ma iniziare da capo così seriamente un’altra volta non era cosa per me”.