CONDIVIDI

In quanti non vedono l’ora di fare l’asta di riparazione per il fantacalcio? Con tutti gli inconvenienti sorti in questi mesi, tra infortuni e speranze tradite, in tanti staranno cercando una soluzione rapida per provare a racimolare qualche punto in classifica. Il mercato è aperto: ci sono tante trattative in corso per i club di Serie A, per cui è necessario attendere almeno la chiusura della sessione invernale del calciomercato.

Quando fare l’asta?

Per quelli più estremi, quelli che veramente tengono al fantacalcio, consigliamo vivamente di comprare una cassa di birre e prenotare un bel po’ di pizze per il 31 gennaio alle 23.00. Le trattative, per quella data e in quell’orario dovrebbe essere già delineate e tutti potrebbero avere un’idea di quelli che sarebbero gli scambi definitivi.

Tuttavia, non tutti possono passare la notte in bianco per fare l’asta. Così, possono anche rimandare di qualche ora, al massimo qualche giorno l’evento. Occhio, però, a non far passare troppo tempo. Già, perché sabato 3 alle 18 è già tempo di campionato con Sampdoria-Torino e a seguire Inter-Crotone.

Attenzione alle regole

Se avete un ‘libro mastro’ dove ci sono annotate tutte le regole da inizio stagione, bene. Altrimenti, dovrete fare attenzione a come è stato impostata la vostra lega. In caso di trasferimenti, come quello ipotetico di Nainggolan in Cina, come vi regolerete? Le possibilità sono tre: nessun rimborso, rimborso che eguaglia la metà dell’importo speso, rimborso dell’intero importo. Attenzione, quindi, agli eventuali scenari che vi si potrebbero presentare al momento dell’asta.