CONDIVIDI

Ormai, in Ligue 1, il Psg non teme rivali. Ha collezionato ben 56 punti in 22 giornate: un gran bel risultato. La squadra di Emery conquista vittorie su vittorie, soprattutto grazie ad una rosa ampia e di alto, altissimo livello.

Non va sempre bene

Purtroppo, non si può vincere sempre. Malgrado una rosa composta da veri e propri campioni, prima o poi, il Psg doveva pure inciampare. E l’ha fatto contro il Lione: sconfitta per 2-1, la squadra è adesso a -8 punti. Tra i protagonisti in negativo della sfida del Parc OL certamente Dani Alves. L’ex difensore della Juventus è stato espulso nel secondo tempo dopo un fallo su Ndombele. Si è accorto che l’arbitro stava per estrarre il cartellino, così gli si è scagliato contro. Il direttore di gara è andato a colpo sicuro: rosso.

Post partita

Ci ha messo un po’ per calmarsi. Solo dopo 24 ore dalla sconfitta, il brasiliano ha scritto un post su Instagram in cui contestava ancora l’operato dell’arbitro, Turpin: “Le decisioni sono state già prese, la battaglia è stata già persa, io però continuo a pensare che l’arbitro abbia commesso un errore con la sua decisione. Da quando non essere d’accordo equivale a mancare di rispetto? Se vogliono incolparmi possono anche farlo, è gratis, ho le spalle molto larghe ed un bel paio… che mi permette di restare sempre in piedi”.