CONDIVIDI

Diego Armando Maradona non è uno che le manda a dire. Anzi, talvolta riesce anche ad essere più schietto del dovuto. Stavolta, però, ha alzato troppo il tiro. Già, perché Diego si è appena messo contro l’uomo più potente del mondo: il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

Negato il visto a Maradona

La decisione degli Stati Uniti di negare il visto alla leggenda del calcio è arrivata in seguito ad un’intervista rilasciata da Diego Armando Maradona all’emittente venezuelana “Telesur”. Nella stessa l’ex leggendario numero 10 del Napoli, attualmente allenatore dell’Al Fujairah negli Emirati Arabi aveva definito Trump un “chirolita”, ovvero un “manichino”. Ecco allora che per tutta risposta gli Stati Uniti hanno deciso di negare il visto a Maradona e dunque l’accesso sul suolo degli States.

Un grosso problema

Per Maradona si mette male. Infatti, il ‘Pibe de Oro’ si sarebbe dovuto recare negli States per presentarsi in tribunale nell’ambito della causa intentata contro l’ex moglie Claudia Villafane.

Una brutta storia che si trascina ormai da anni, basata sulle accuse di un prestito da da 900 mila dollari, mai restituito, all’ex consorte. Per la causa, Maradona ha deciso in passato di chiamare a testimoniare anche le sue figlie. Adesso dovrà aggirare l’ultimo pesante provvedimento post insulti a Trump.