CONDIVIDI

Siete pronti al cambiamento? A breve, con i diritti tv ormai nelle mani di Media Pro il calcio non sarà più quello di una volta. Lo potremo vedere, infatti, non solo su satellite e digitale terrestre. Per i prossimi tre anni la Serie A andrà in onda su ogni piattaforma, anche sulle Iptv (tv su internet) e i telefonini.

Ovviamente, non c’è ancora molta chiarezza su quello che avverrà perché la vittoria del bando risale ad appena qualche ora fa. Nei prossimi mesi sarà tutto più delineato e chiaro soprattutto per gli utenti, che vorranno sicuramente comprendere in che modo dovranno andare a guardare il loro sport preferito. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha a disposizione 45 giorni per dare il via libera all’assegnazione definitiva a MediaPro. Il resto, poi, dipenderà dagli accordi commerciali fra gli spagnoli e i vari operatori, da quelli che tradizionalmente trasmettono la Serie A come Sky e Mediaset, fino a quelli operativi sulla piattaforma Internet, come Perform o Tim. Potrebbero, comunque, aprirsi nuovi scenari in merito. Non è da escludere, infatti, che gli operatori possano essere invitati a rivendere agli abbonati pacchetti dedicati solo alla Serie A.

Chi è MediaPro?

Il Gruppo MediaPro è stato fondato nell’ormai lontano 1994. Si è poi unito nel tempo al Gruppo GlobMedia e, insieme a WPP, azienda leader mondiale nel settore delle comunicazioni e del marketing, e Torreal ha costituito il Gruppo Imagina che oggi è praticamente “il principale fornitore di contenuti multimediali europei e contenuti audiovisivi, produzione e distribuzione”.

MediaPro ha già in mano i diritti della Liga, uno dei campionati più prestigiosi del mondo. E… ricordate The Young Pope? Anche quello è un programma offerto da MediaPro. La Serie A sarà il 13° campionato di cui si occuperà l’azienda. E non è escluso che il 15esimo possa diventare la Serie B, già finita nel mirino degli spagnoli. Nelle mani di MediaPro ci sono campionati di Spagna, Francia, Portogallo, Grecia, Turchia, Colombia, Bolivia, Kenya, Gabon e Mozambico. La società ha base operativa a Barcellona e vanta qualcosa come 6.500 professionisti e un fatturato di oltre 1,6 miliardi di euro nel 2017. MediaPro è un’azienda all’avanguardia: utilizza nuove tecnologie, dal 4K-HDR alle riprese a 360 gradi, con un sistema di video analisi (Mediacoach), che raccoglie in tempo reale oltre 3mila dati statistici, fornito anche a tutte le squadre spagnole.