CONDIVIDI

Non se la passa bene il Psg, tantomeno la sua stella, Neymar. Dopo il ko dei francesi contro il Real Madrid nell’andata degli ottavi di finale di Champions, il brasiliano è finito in una enorme bufera. Il talento verdeoro è stato paragonato a Cristiano Ronaldo e, a quanto pare, il portoghese è sembrato più concreto e decisivo. Soprattutto perché, va evidenziato, CR7 ha fatto vincere la sua squadra mettendo a segno una splendida doppietta. Neymar è ormai nel bersaglio di tifosi e addetti ai lavori.

Basta dribbling!

Stando a quanto si è visto nella partita contro i blancos, Neymar sta dando troppa importanza allo ‘spettacolo’. Predilige continuamente il dribbling e dà poco conto ai compagni di squadra che lavorano per lui. Insomma, per un giocatore pagato 222 milioni di euro, è poco. Veramente poco. Più volte, inoltre, il brasiliano è stato definito ‘viziato’. Definito a più riprese come uno che spacca gli spogliatoi.

Le accuse mosse nei suoi confronti sono pesanti. Insomma, Neymar doveva pur difendersi in qualche modo. E come, se non con i social? Le sue parole non racchiudono rabbia. Anzi, il suo è un ringraziamento a Dio espresso in concomitanza alla voglia di mantenere un profilo basso per smentire le voci sulla sua presunta spavalderia:  “Grazie mio Dio per tutti i momenti che vivo nel calcio, specialmente per i più difficili! Non ho mai detto che qui sarebbe stato facile ma ho sempre pensato che ne sarebbe valsa la pena”