CONDIVIDI

La Roma di Eusebio Di Francesco scavalca l’Inter e torna al terzo posto in classifica. Il tris di vittorie consecutive è stato fondamentale, nell’anticipo di oggi i giallorossi hanno avuto la meglio sugli uomini di Massimo Oddo. Udinese-Roma è terminata con il risultato di 0-2: prima Cengiz Under e poi Diego Perotti nel finale hanno firmato le reti di questo match. Una grande prestazione di tutta la squadra, spicca in particolare quella dell’estremo difensore ‘spericolato’ Alisson Becker. Questa formazione ha ormai assimilato al meglio gli schemi dell’ex tecnico del Sassuolo. Il bel gioco ripaga gli sforzi e i risultati altalenanti visti nella prima parte della stagione. La prima stagione senza Francesco Totti non si preannunciava semplice, lo spogliatoio ha perso il proprio punto di riferimento. Quest’anno, quindi, ogni calciatore si è dovuto assumere più responsabilità sia dentro che fuori dal campo. Il Capitano invece segue la squadra dagli spalti, in giacca e cravatta.

BENEVENTO, ITALY – SEPTEMBER 20: Francesco Totti of Roma during the Serie A match between Benevento Calcio and AS Roma at Stadio Ciro Vigorito on September 20, 2017 in Benevento, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Accoglienza speciale

Francesco Totti è un simbolo dell’intero calcio italiano. Scarpette appese al chiodo nonostante il desiderio di continuare a giocare, l’amore per la maglia giallorossa era troppo forte. Una sola squadra per l’intera carriera, una bandiera come ormai non se ne vedono più. Ecco allora che i tifosi della Dacia Arena ne hanno approfittato per una sessione di foto un po’ improvvisata.

Le telecamere di Mediaset Premium, infatti, hanno mostrato come l’ex numero dieci capitolino sia stato accerchiato dai tifosi avversari al momento dell’uscita dallo stadio. Clima sereno nella zona riservata al pubblico di casa, nonostante la sconfitta maturata in questo Udinese-Roma. In studio non sono mancati i complimenti per Totti: il suo valore non è mai stato messo in discussione da nessuno. Ogni tifoseria è fiera di averlo nel proprio stadio, anche se non più nelle vesti di calciatore.