CONDIVIDI

Tutto facile per il Milan. I rossoneri ieri hanno vinto il ritorno dei sedicesimi di Europa League contro il Ludogorets grazie alle rete di Fabio Borini. Il passaggio del turno era stato già ipotecato durante la gara di andata con una larga vittoria in trasferta. La squadra di Gennaro Gattuso continua a vincere e convincere in Italia, dove risale la classifica, ma anche in Europa. Alla vigilia era l’unica italiana con un piede e mezzo nei quarti. La fase successiva ad eliminazione diretta è stata raggiunta poi soltanto dalla Lazio: Atalanta e Napoli hanno perso il doppio confronto per un soffio, dimostrando però di essere stati all’altezza della sfida. Gli azzurri avevan snobbato la gara dell’andata, pagandone poi le conseguenze nella trasferta tedesca a Lipsia. Oggi le urne hannno decretato i prossimi avverari delle italiane: i biancocelesti con la Dinamo Kiev, il Milan attende l’Arsenal al San Siro.

Avversaria difficile

Due grandi del calcio europeo che si affrontano, forse un po’ a sorpresa, in Europa League. L’Arsenal di Arsene Wenger è una squadra con esperienza europea da vendere, nonostante non sia riuscito mai a vincere la competizione. Un doppio confrotno che ricorda più le sfide in Champions League tra le due formazioni, in campo scenderà la storia. Il Milan non è più quello vincente di alcuni anni fa, ma una giovane squadra in ascesa.

MILAN, ITALY – DECEMBER 27: Antonio Donnarumma of AC Milan celebrates the victory with his teammate Leonardo Bonucci at the end of the TIM Cup match between AC Milan and FC Internazionale at Stadio Giuseppe Meazza on December 27, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Ci sono sei precedenti: i primi due confronti furono in Supercoppa Uefa nella stagione ’94/’95 con un pareggio a Londra e un 2-0 rossonero in casa. Nel 2007/2008 l’Arsenal vinse gli ottavi di Champions grazie allo 0-2 di San Siro firmato Fabregas e Adebayor: anche in quell’occasione l’andata a Londra terminò a reti inviolate. Infine ancora un ottavo di finale della Coppa dei Campioni: nel 2011-2012 i rossoneri vinsero 4-0 in casa, persero 3-0 in Inghilterra ma riuscirono comunque a qualificarsi. Un doppio confronto che sarà ancora una volta difficile, ma prestigioso e stimolante per tutta la squadra, club e tecnico.