CONDIVIDI

Spal-Bologna è il primo anticipo dell’attesissimo 27° turno di campionato. Questa giornata di Serie A promette grande spettacolo: gli anticipi comprendono anche Lazio-Juventus e Napoli-Roma. La lotta scudetto e la corsa alla Champions League potrebbero subire importanti scosse, considerando il derby di Milano nel posticipo. Emozioni tutte da vivere in questo weekend, ma non solo per i tifosi delle grandi squadre. La corsa salvezza è tutt’altro che chiusa, si entra anzi nella fase più calda: ogni punto perso può costare caro. Il derby emiliano e Benevento-Hellas sono le gare da tenere maggiormente d’occhio, senza dimenticare Genoa-Cagliari. In questo momento sono poche le squadre davvero traquille, il rush finale richiederà uno sforzo immane per tutte le formazioni. Roberto Donadoni, tecnico rossoblù, può sorridere: oggi avrà un Simone Verdi in più dal primo minuto.

Stagione travagliata

Simone Verdi, classe 1992 del Bologna, già nello scorso campionato ha attirato su di sé gli occhi di tante squadre. Esterno d’attacco dal talento cristallino, molto ambito dal Napoli. Il club azzurro a gennaio è arrivato ad offrire somme importanti per aggiudicarselo, sembrava tutto fatto. La firma era l’unico elemento mancante del puzzle, ma non è mai arrivata. Il calciatore ha cambiato idea, nonostante il contratto fosse pronto. Il motivo è stato spiegato dallo stesso Verdi in una conferenza stampa: “Nessun rifiuto al Napoli né in quanto club né in quanto città, ma voglio terminare il mio percorso di crescita a Bologna. Non mi muoverò a gennaio“.

BOLOGNA, ITALY – NOVEMBER 25: Simone Verdi of Bologna FC celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Bologna FC and UC Sampdoria at Stadio Renato Dall’Ara on November 25, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

Un rifiuto che ha suscitato clamore e fatto nascere ipotesi: dietro c’è forse la manovra dell’Inter per giugno? Solo il tempo potrà svelarlo, intanto la sua decisione è stata quella di non abbandonare la formazione di cui è leader indiscusso. Il 28 gennaio è in programma al San Paolo la sfida contro gli azzurri, i tifosi partenopei hanno mal digerito il rifiuto inaspettato.

L’infortunio ed il ritorno in campo

Si temeva un’accoglienza infernale per il calciatore, quasi ignorato però dal pubblico partenopeo. Pochi minuti e Simone Verdi è costretto a lasciare il campo per infortunio. Il destino a volte gioca brutti scherzi e l’esterno intraprende un percorso di riabilitazione per tornare quanto prima alla guida dei suoi. Spal-Bologna è l’occasione giusta per il grande ritorno da titolare. Un derby da vincere, magari con una delle magie a cui ha abituato il pubblico emiliano. A prescindere dal suo futuro estivo, Simone Verdi ha ripagato l’amore dei propri tifosi. Adesso però comincia la fase più difficile: fare punti in ogni sfida per aggiudicarsi al più presto un posto nella prossima Serie A.