CONDIVIDI

Roma-Shakhtar, i giallorossi si giocano tutto allo stadio Olimpico di fronte ai propri tifosi. L’obiettivo è ribaltare il 2-1 dell’andata a favore degli ucraini, un’impresa non impossibile per la formazione capitolina. Un 1-0 potrebbe bastare alla squadra di Eusebio Di Francesco, ma il primo tempo del match non regala emozioni né da una parte né dall’altra. Il tecnico prova a chiamare lo schema, i risultati non sembrano troppo positivi.

Roma’s Italian head coach Eusebio Di Francesco reacts during the UEFA Champions League round of 16 second leg football match AS Roma vs Shakhtar Donetsk on March 13, 2018 at the Olympic stadium in Rome. / AFP PHOTO / Filippo MONTEFORTE (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Nel secondo tempo ci pensa il solito Edin Dzeko a sbloccare una sfida che attendeva soltanto la scintilla giusta per infiammarsi. L’imbucata di Kevin Strootman è perfetta, Pyatov viene battuto in uscita.

Colpo di tacco

La prima frazione non aveva regalato grandi spunti, ma il pubblico capitolino ha avuto comunque di che applaudire. Alessandro Florenzi, romano romanista, è tornato alla grande dopo i gravi infortuni che lo hanno penalizzato nel corso delle ultime stagioni. L’esterno tuttofare regala un autentico colpo di classe in un primo tempo di Roma-Shakhtar spento, accendendo la luce con una grande ruleta.