CONDIVIDI

Momenti di grande tensione quelli vissuti a Bangkok per un episodio riguardante Skrtel. Lo ricordate l’ex difensore del Liverpool? Nel match tra Thailandia e Slovacchia si stavano sfidando in una gara amichevole. All’improvviso, il gioco si ferma. Siamo al 28’ del match valido per la King’s Cup e Martin Skrtel viene colpito alla testa da una violenta pallonata. Cade e perde i sensi. Non finisce lì. Il difensore rischia di rimanere soffocato con la sua stessa vita. Attimi di panico, finché non arriva il compagno Duda.

Quando il tuo compagno ti salva la vita

Panico. Così si può tradurre la sensazione che sicuramente avranno provato i giocatori in campo nel vedere Martin che non riprendeva conoscenza. Il giocatore ha rischiato la vita perché stava per soffocarsi con la lingua: succede spesso durante episodi di questo genere. Il suo compagno, Duda, si è fatto trovare pronto. Con tanto sangue freddo gli si è avvicinato ed ha subito capito che la lingua era rimasta incastrata in gola. Subito dopo, è arrivato lo staff medico che ha messo totalmente in salvo il giocatore. Il calciatore non ha voluto lasciare il campo dopo lo spiacevole episodio. Ha resistito ed ha continuato a giocare fino al 73′ per essere poi sostituito da Skriniar. La Slovacchia ha conquistato la vittoria per 3-2 con i gol di Duda, Mak, Kaewprom, Pacinda e Hemviboon. Non c’era Hamsik che è attualmente infortunato.

Altissima tensione in un match che poteva rivelarsi fatale per il calciatore che, con la lingua bloccata in gola, non riusciva più a respirare. Skrtel dovrà essere riconoscente a vita nei confronti del suo compagno Duda che gli ha praticamente salvato la vita. Provvidenziale il suo intervento. Chissà, l’intervento dei medici avrebbe potuto richiedere troppo tempo e le cose sarebbero potute andare diversamente. Duda si è rivelato l’uomo del destino in questo episodio.