CONDIVIDI

Roma-Barcellona ha registrato uno stadio Olimpico pieno: più di 50 mila spettatori per sostenere i giallorossi nell’impresa. Il 4-1 dell’andata era stato un risultato bugiardo, i due autogol capitolini avevano condizionato il match. La squadra catalana non è una formazione contro cui si può sbagliare. Regalare due reti in una competizione come la Champions League significa innalzare una montagna quasi impossibile da scalare. Eusebio Di Francesco chiama i suoi all’impresa, c’è un’intera città a spingere gli undici giallorossi in campo. Tutta Roma ma non solo: davanti ai televisori ci sono tutti gli italiani appassionati di questo sport. La Roma può scrivere una pagina di storia e far diventare realtà una splendida favola.

Calcio di rigore

Edin Dzeko firma subito il gol dell’1-0 facendo scatenare l’Olimpico. Il 2-0 arriva dopo un’ora di gioco, nel secondo tempo: ancora il bosniaco è protagonista. Grandissima progressione palla al piede. Gerard Piqué lo stende e l’arbitro concede il calcio di rigore pur dopo qualche dubbio. Cartellino giallo per il catalano e battuta perfetta del capitano Daniele De Rossi. Il portiere della Sampdoria, grande tifoso della Fiorentina, Emiliano Viviano ha reclamato su Twitter un cartellino rosso ai danni del centrale blaugrana.


Poco dopo un utente fa chiarezza citando il regolamento: Dzeko ha provato a giocare palla e per questo Piqué non è stato espulso. Nel finale Manolas trova il 3-0 in mischia: vada come vada, Roma-Barcellona all’albo delle sfide più emozionanti di sempre.