CONDIVIDI

La Serie A si è mobilitata negli ultimi giorni per la campagna #UnRossoAllaViolenza sulle donne. Lega, AssoCalciatori e WeWorld Onlus hanno fatto squadra per dare un segnale importante. Tanti calciatori sono stati immotalati assieme alle proprie mogli o compagne con un segno di colore rosso sul volto: Hamsik, Ranocchia, Sorrentino, Marchisio, Ansaldi, Immobile sono solo alcuni dei giocatori che hanno preso parte all’iniziativa sui social.

Una manifestazione portata poi su tutti i campi del nostro campionato: già negli anticipi i 22 in campo hanno esibito il caratteristico segno rosso sul viso. Chievo-Inter non ha fatto eccezione, dove la squadra nerazzurra ha avuto la meglio sulla squadra clivense nel secondo tempo.

Unico tra gli allenatori

Luciano Spalletti è stato il primo tecnico ad esibire il tratto rosso sulla propria guancia durante questo Chievo-Inter. Un segnale importante contro la violenza sulle donne, chissà che questa sera all’Allianz Stadium tra Juventus e Napoli i due tecnici non decidano di emulare l’allenatore toscano. Il posticipo sarà seguito – secondo le stime – da oltre un miliardo e mezzo di persone in tutti i cinque continenti.

VERONA, ITALY – APRIL 22: Luciano Spalletti head coach of Internazionale FC looks on prior the beginning of the serie A match between AC Chievo Verona and FC Internazionale at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 22, 2018 in Verona, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)