CONDIVIDI

Quante volte vi siete ritrovati in una partita di calcetto a fare i conti con i crampi? Non è bello fermarsi per via di quel dolore lancinante al polpaccio. Beh, in effetti però i crampi non arrivano soltanto durante la corsa. Infatti, possono arrivare addirittura durante il sonno. Andiamo a scoprire l’entità di questo dolore: il crampo viene definito in linguaggio clinico come uno spasmo, una contrazione involontaria, violenta ed improvvisa della muscolatura striata. Una contrazione che, pertanto, non avviene in momenti precisi: puramente a caso.

Perché ci vengono i crampi?

 

Non c’è mai un solo motivo alla base dell’arrivo dei crampi. Ci sono, invece, tanti fattori predisponenti non ancora completamente chiariti. Di sicuro, l’intensa attività fisica è una delle cause principali soprattutto se praticata in ambienti caldo umidi. Già, perché l’esercizio in queste condizioni provoca uno sbilanciamento tra livello di idratazione e concentrazione elettrolitica. I crampi arrivano con maggiore probabilità se il soggetto non è abituato all’esercizio fisico, per cui fate molta attenzione se non siete ben allenati.

Come evitarli

Esistono alcune semplici regole da seguire per evitare l’insorgenza dei crampi:

  1. Evitate scatti improvvisi durante l’attività fisica. L’aumento dell’intensità deve avvenire gradualmente.
  2.  Prima di iniziare gli esercizi, praticate stretching e riscaldamento.
  3. Seguite una dieta sana ed equilibrata. Il corpo sottoposto a sforzi ha bisogno di cibi ricchi di sali minerali (soprattutto potassio e magnesio), antiossidanti, calcio e vitamine del gruppo B.
  4. Non è vero che il sale fa male. Soprattutto in estate, il nostro corpo ne ha bisogno perché così riesce a trattenere meglio i liquidi e i sali minerali di cui ha bisogno.
  5. Niente diuretici o alcolici prima dell’allenamento: i liquidi sono importantissimi.
  6. Non mangiate nelle 2-3 ore che precedono l’allenamento. Niente abbuffate, prima dell’allenamento bisogna rimanere leggeri.
  7. Bevete tanto prima di iniziare l’attività fisica.
  8. La pelle ha bisogno di traspirare. Usate indumenti adatti per il vostro allenamento.
  9. Quando arriva e se arriva il crampo, tenete a mente che l’allungamento contrasta la contrazione involontaria e se il crampo non è troppo intenso può dare sollievo in pochi secondi.
  10. Non è da escludere il massaggio della zona colpita. Provateci!