CONDIVIDI

Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica italiana, domani non siederà sugli spalti durante Juventus-Milan. Impegnato nelle consultazioni per la formazione del Governo, oggi ha accolto le due società al Quirinale. Parole importanti per i calciatori, come riportato dall’Ansa: “Benvenuti al Quirinale. E’ un piacere incontrarvi, non potrò assistere all’incontro come ho fatto negli altri anni, ma sono certo che sarà una grande partita. Mi auguro un grande incontro, qui vi sono tanti juventini e milanisti. Io ho l’obbligo di guardare con simpatia a tutte le squadre d’Italia.

Italian President Sergio Mattarella addresses journalists after consultations with political parties, on May 7, 2018 at the Quirinale palace in Rome. – Italy is facing a third month of political paralysis after talks between the centre-left and the Five Star Movement over a coalition government failed to get off the ground. President Sergio Mattarella holds a fresh round of consultations “to see if the parties have other ideas for a government majority”. (Photo by Andreas SOLARO / AFP) (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Voi siete la punta più avanzata e conosciuta di un grande movimento sportivo che è il più popolare, seguito e amato nel nostro paese e non solo. Avete una grande responsabilità, siete un modello da seguire e imitare dai bambini, dagli altri calciatori. Questo vi dà una grande responsabilità”.

L’auspicio

Mattarella ha poi evidenziato l’importanza ed il valore della nostra classe arbitrale, nel mirino nelle ultime settimane: “Saluto gli arbitri, miei colleghi: un arbitro può condurre bene la partita se ha un certo aiuto di correttezza dai giocatori, Quando sono stato eletto dopo aver giurato alla Camera mi sono paragonato a un arbitro imparziale, e ho ricevuto un applauso. Poi ho aggiunto che l’arbitro deve essere aiutato dai giocatori: è seguito un altro applauso, con un po’ di sorpresa”.