CONDIVIDI

Ci sono importanti aggiornamenti sulla questione Diritti TV che ha appassionato un po’ tutti specialmente nell’ultimo periodo. Stando a quanto riporta calcioefinanza.it, il Tribunale di Milano dopo aver fermato l’assegnazione dei pacchetti dei diritti tv del calcio ammettendo i rilievi (“domande cautelari”) di Sky (secondo la procedura ex art 700), oggi ha confermato il provvedimento, inibendo di fatto la prosecuzione del procedimento di gara relativa alle offerte del 6 aprile.

Quindi?

In altri termini, la decisione del giudice Claudio Marangoni consiste nel riformulare l’assegnazione dei diritti di serie A con un nuovo bando a causa di violazioni alla legislazione Antitrust del documento di offerta attuale, proposto dal gruppo spagnolo.

I pacchetti “preconfezionati” presentati da Mediapro, in effetti, potrebbero ‘limitare’ la libertà degli altri operatori sul mercato, che sarebbero costretti a pagare di più per dei servizi televisivi personalizzati. Null’altro da fare: il bando deve essere rifatto. A partire da oggi, la parte perdente ha 15 giorni di tempo per presentare reclamo e il caso sarà sottoposto all’attenzione di un collegio di giudici. Procedimento che vedrà, in ogni caso, una dilatazione dei tempi per la decisione finale.