CONDIVIDI
WATFORD, ENGLAND – FEBRUARY 05: Antonio Conte, Manager of Chelsea looks dejected during the Premier League match between Watford and Chelsea at Vicarage Road on February 5, 2018 in Watford, England. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Conte Roma, un sogno che potrebbe divenire realtà. Il club giallorosso sta per chiudere una stagione travagliata, forse lontano dalla Champions League o forse no, fatto sta che in un anno i capitolini sono passati dalla clamorosa semifinale di Coppa, ad un addio di Monchi e Di Francesco, e con diversi giocatori che potrebbero fare le valigie. Insomma, tutto da rifare per l’ennesima volta dalle parti di Trigoria, e questa volta i vertici societari vorrebbero ripartire da un allenatore di primissimo livello. Sulle tracce dell’ex commissario tecnico della nazionale italiana vi sono altri top club del Vecchio Continente, a cominciare da Paris Saint Germain e Bayern Monaco, passando per l’Inter, altra squadra che potrebbe cambiare allenatore in estate, ma la Roma è senza dubbio la squadra che corteggia l’ex Chelsea da più tempo, nonché il club che forse stuzzica maggiormente la fantasia di Conte. Vincere con PSG e Bayern Monaco è fin troppo facile, trionfare con l’Inter sarebbe una grande cosa, ma vincere uno scudetto a Roma significherebbe entrare nell’olimpo. Stando a quanto riferisce l’edizione online de La Gazzetta dello Sport, il problema non sarebbe il super ingaggio, pari a circa 9 milioni di euro netti annui, bensì le richieste avanzante dal tecnico.

CONTE ALLA ROMA: SOGNO O REALTÀ?

Conte vorrebbe infatti carta bianca per il mercato estivo, cosa che fino ad ora la dirigenza della Lupa non ha mai concesso ad alcun tecnico. A Trigoria stanno quindi iniziando a porsi delle serie domande: sarà compatibile Conte con la linea societaria basata in particolare sulle plusvalenze? Le sue richieste non saranno troppo esose, tenendo conto di una probabile stagione senza Champions? E soprattutto, il carattere del salentino sarà compatibile con il presidente Pallotta? Non va infatti dimenticato come l’italo-americano spesso e volentieri rilasci dichiarazioni roventi, soprattutto in America e soprattutto quando la squadra non gira bene: Conte saprà convivere con il patron? Quest’ultimo aspetto, come sottolinea la Rosa, è forse quello più cruciale, tenendo conto delle precedenti esperienze nel Chelsea e nella Juventus, dove il tecnico non le ha mai mandate a dire. Fatto sta che gli aspetti positivi sarebbero davvero tanti, e nelle scorse ore il ds del Torino, Petrachi, ha di fatto ufficializzato il suo sbarco nella capitale per la prossima stagione. L’ex granata è un grande amico di Conte e se questo non è un indizio poco ci manca. Infine, riecheggiano nelle orecchie le dichiarazioni di pochi giorni fa di Di Livio: «Lui vuole una sfida partendo dal basso, in un club dove costruire qualcosa di grande. La Roma è una possibilità».