CONDIVIDI
Xavi, Al Sadd
Xavi (Getty)

Xavi ha annunciato il ritiro dal calcio giocato. La notizia era nell’aria da un po’ ma nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità tramite una lettera aperta spedita ai media dallo stesso centrocampista spagnolo. Xavi Hernandez, classe 1980, 39 anni compiuti a gennaio, si era di fatto ritirato nell’estate del 2015, quando aveva detto addio al Barcellona per trasferirsi in Qatar per giocare con l’Al Sadd. Quattro anni fa aveva chiuso con il calcio che conta per andare a svernare in Arabia Saudita, sia per soldi, che non fanno mai male, sia per continuare a rimanere in allenamento, e sia per iniziare a frequentare il corso da allenatore. Quattro anni in cui Xavi ha giocato e ha anche vinto, ottenendo la sua prima Liga del Qatar, lo scorso 4 aprile, e nel complesso quattro titoli in Medio Oriente. «Vincere la Liga delle Stelle del Qatar – le parole scritte da Xavi – l’unico titolo che mi mancava qui rappresenta il finale perfetto alla mia carriera di calciatore. Ora mi piacerebbe chiudere la stagione vincendo la Coppa dell’Emiro, però sono già curioso di vedere cosa mi prepara il mio futuro in panchina». Xavi parla già da tecnico: «La mia filosofia come allenatore riflette lo stile che abbiamo sviluppato per tanti anni alla Masia sotto l’influenza di Johann Cruijff, e che tiene la sua rappresentazione più alta nello stile di gioco del Barcellona. Ciò che ho ottenuto negli ultimi decenni – conclude – è stato un privilegio e penso che sia mio dovere provare a restituire qualcosa attraverso il calcio, se sarò in grado».

XAVI ANNUNCIA IL RITIRO: DIVENTA ALLENATORE

Per molti il destino è già scritto: allenerà il Barcellona. Non si sa quando, non si sa come e non si sa al posto di chi, ma il suo futuro è sulla panchina del Camp Nou. Del resto molti ex giocatori della compagine catalana sono passati nel giro di pochi anni dal campo alla panchina, uno su tutti Pep Guardiola. Al momento Ernesto Valverde è confermatissimo alla guida del Barcellona, e la splendida vittoria in Champions League contro il Liverpool, unita al successo in campionato, ne è una conferma, ma al primo scricchiolio o se magari non dovesse riuscire a conquistare la coppa dalle grandi orecchie, si ripresenterà con costanza il nome di Xavi. Nel frattempo il 39enne catalano inizierà a fare esperienza altrove, evitando anche di bruciare le tappe e rovinarsi fin dall’inizio la carriera in caso di flop. Vedremo se i numerosi trofei ottenuti sul rettangolo di gioco riuscirà ad alzarli al cielo anche nelle nuove vesti di allenatore.