CONDIVIDI
Valentino Rossi, Yamaha
Valentino Rossi (Getty)

Si sono tenute oggi le prove libere 1 e 2 del Gp di Spagna a Jerez de la Frontera, quarto appuntamento con il campionato di MotoGp 2019. Delusione per Valentino Rossi che ha chiuso in 18esima posizione la prima sessione, e in quattordicesima la seconda. Il Dottore a fine gara ha parlato così con i colleghi di Moto.it: «E’ stata una giornata difficile: sapevamo che qui avremmo potuto soffrire, ma speravo che andasse meglio del 2018, per le modifiche fatte alla moto, per i risultati ottenuti fin qui e per il nuovo asfalto. Invece, siamo lenti, non abbiamo il passo, si fatica a spingere. Credo che molto dipenda dal mancato matrimonio tra le gomme, la nostra moto e questa pista». Un inizio di weekend preoccupante per il numero 46 della Yamaha, nonostante le modifiche apportate alla moto negli scorsi giorni: «E’ stato fatto un ottimo lavoro, c’è un buon grip, ma i nostri problemi sono gli stessi. Abbiamo provato a modificare qualcosa nelle FP2, ma non ha funzionato. Siamo tutti più veloci di un secondo rispetto all’anno scorso, ma il nostro distacco dai migliori rimane più o meno quello».

MOTOGP, PROVE LIBERE DI JEREZ: DELUSIONE ROSSI

Secondo Valentino Rossi il gap potrebbe comunque diminuirsi in vista della prossima gara, l’appuntamento di Le Mans, in Francia: «No, non credo sia la risposta definitiva: può essere benissimo che a Le Mans, alla prossima gara, torneremo velocissimi». Il pilota della Yamaha si dice comunque fiducioso che le cose possano migliorare, ricordando: «E’ solo venerdì, non bisogna abbattersi: domani proveremo altre soluzioni». Il Dottore ha poi parlato delle modifiche effettuate alla sua due ruote, un cambio del bilanciamento per migliorare la frenata e l’entrata in curva, ma che non ha funzionato. «Probabilmente sarebbe stato sorprendente essere molto competitivi – ha proseguito il 40enne di Urbino – ci speravamo, ma per qualche motivo questa pista ci va indigesta, la moto è difficile da guidare, siamo lenti ovunque, facciamo fatica a fare qualsiasi cosa. Ma è solo una gara ed è solo venerdì». Obiettivo, cercare di fare bene domani in FP3, per poi prepararsi al meglio in vista delle qualifiche. Per la cronaca, la FP1 è stata vinta da Marc Marquez su Honda, con il tempo di 1.37.921, seguito dal compagno di squadra Jorge Lorenzo, e da Vinales su Yamaha. Miglior italiano, Andrea Dovizioso su Ducati, quinto, seguito da Petrucci anch’egli su Ducati, ottavo. Nelle prove libere 2, invece, show della due ruote di Borgo Panigale, visto che Petrucci ha ottenuto il miglior tempo con 1.37.909, seguito dal compagno di squadra, e da Crutchlow su Honda.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore