CONDIVIDI
Chievo-Spal 0-4
Chievo Spal (Sky)

E’ terminata pochi minuti fa la sfida fra il Chievo e la Spal, seconda gara della 35esima giornata di Serie A, dopo il derby Juventus-Torino di ieri sera. Il match dello stadio Bentegodi, iniziato alle ore 18:00, vedeva di fronte la compagine clivense allenata da Mimmo Di Carlo, già retrocessa matematicamente in Serie B, e la Spal di coach Semplici. Una gara senza troppe motivazioni per i gialloblu, mentre i ferraresi, che in classifica hanno ottenuto fin qui 39 punti, cercano il successo che gli darebbe la certezza matematica di rimanere in Serie A. Di Carlo ha optato per un undici formato da Semper; Frey, Cesar, Andreolli; Depaoli, Rigoni, Hetemaj, Ndrecka; Vignato; Meggiorini, Grubac, mentre Simplici ha replicato con un 4-4-2 composto da Viviano; Bonifazi, Felipe, Cionek, Fares; Lazzari, Missiroli, Murgia, Kurtic; Floccari, Petagna. Pronti via e la compagine ospite trova subito il vantaggio: all’ottavo minuto di gioco la sblocca Felipe, con il centrale brasiliano che svetta più in alto di tutti su calcio d’angolo, incrociando di testa sul palo più lontano. Partita quindi tutta in discesa per la Spal. Alla mezz’ora di gioco primo cambio del match, con il Chievo che sostituisce Depaoli, infortunato, facendo entrare Karamoko, giovanissimo talento classe 2001. Il primo tempo si chiude senza troppe occasioni, con la Spal in vantaggio sempre per una rete a zero.

CHIEVO SPAL 0-4

Nel secondo tempo il Chievo si presenta con un altro cambio, fuori Hetemaj e al suo posto Dioussè, mentre mister Simplici conferma l’undici vistosi all’opera nella prima frazione di gioco. Ed è proprio da un pallone velenoso perso da Dioussè che nasce il raddoppio ferrarese: la Spal con tre passaggi veloci manda in porta Floccari, che a tu per tu con il portiere avversario non sbaglia, gonfiando la rete: due a zero! Un momento di forma esaltante per il bomber biancoazzurro, che ha realizzato tre gol nelle ultime quattro gare, fra cui la rete vittoria contro la Juventus. Al 55esimo minuto di gioco la Spal trova il terzo gol con Felipe, rete con il “giallo”, visto che l’arbitro prima annulla per posizione di fuorigioco, per poi tornare sui suoi passi dopo aver rivisito l’azione al var. Prima doppietta in Serie A per lo storico ex centrale dell’Udinese. La gara è praticamente già chiusa e all’ottantunesimo arriva anche il quarto gol della Spal con Kurtic dopo bel triangolo con Schiattarella: per l’ex Atalanta si tratta del sesto gol in stagione, eguagliato il suo record nel campionato 2016-2017. Non succede più niente fino al 90esimo quando l’arbitro fischia la fine del match: con i tre punti conquistati oggi, la Spal conquista la matematica salvezza.