CONDIVIDI
Byron Moreno vs Italia
DAEJEON, SOUTH KOREA – JUNE 18: WM 2002 in JAPAN und KOREA, Daejeon; Match 56/ACHTELFINALE/KOREA – ITALIEN (KOR – ITA) 2:1 n.V.; Schiedsrichter Byron MORENO zeigt Francesco TOTTI die ROTE KARTE (Photo by Sandra Behne/Bongarts/Getty Images)

Torna allo scoperto Byron Moreno, il famoso arbitro della sfida fra l’Italia la Corea del Sud del mondiale coreano del 2002. Il fischietto originario dell’Ecuador è stato intervistato negli scorsi giorni da una tv locale, ed è tornato a parlare proprio del noto incontro di 17 anni fa. Quella gara viene considerata all’unanimità, non soltanto dal popolo italiano, come una delle peggio arbitrate della storia dei campionati del mondo, ma lo stesso Moreno sembrerebbe pensarla diversamente. Così ha infatti parlato: «Come voto mi darei un bell’otto – afferma in maniera davvero coraggiosa – ho chiesto di parlare con Totti e Trapattoni dopo la gara, nessuno ha voluto. Se ho danneggiato l’Italia? No, non l’ho fatto. Posso non aver visto dei rossi come quello per il fallo su Zambrotta, ma non ho danneggiato l’Italia. Non c’era rigore su Totti, non c’è stato niente di strano, le decisioni sono state chiare».

BYRON MORENO “TRAPATTONI FU UN CODARDO”

Quindi la stoccata a mister Trappatoni, all’epoca dei fatti il commissario tecnico della nazionale italiana: «Trapattoni è stato un codardo: espulso Totti, ha messo Tommasi, l’unico capace di attaccare era Del Piero. È stato un codardo come sempre». Parole che hanno fatto andare su tutte le furie lo stesso tecnico di Cusano Milanino: passino le dichiarazioni discutibili sugli episodi, ma gli insulti personali anche no. L’ex ct ha quindi aperto il proprio profilo ufficiale Twitter scrivendo: «Essere chiamato codardo da Moreno mi mancava! Che dire? Io lo reputo invece molto coraggioso (o folle) per essere tornato a difendere quell’arbitraggio. Caro Byron, la prigione e gli anni non sembrano averti trasmesso un minimo di umiltà».

LA NUOVA VITA DELL’ARBITRO

Frecciata da parte del Trap che si riferisce al noto episodio in cui Moreno venne trovato all’aeroporto di New York con sei chilogrammi di droga addosso, poi arrestato e successivamente estradato nel paese d’origine. Ora Byron Moreno è un uomo nuovo, è dimagrito molto e porta i capelli lunghi, ma nonostante siano passati 17 anni da quella sciagurata sfida, la mente è rimasta sempre la stessa, un po’ folle come detto da Trapattoni. Già il fatto di darsi un 8, che significa promosso a pieni voti, rende l’idea di quanto il buon Byron non abbia capito ancora nulla del grave crimine sportivo commesso. Sia chiaro, anche l’Italia ci ha messo del suo, visto che contro la Corea del Sud bisognava forse segnare tranquillamente tre o quattro gol, ma di fronte ad un arbitraggio clamoroso come appunto quello di Moreno, anche lo strapotere tecnico è venuto meno.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore