CONDIVIDI

Lucas Moura è senza dubbio il giocatore del momento. Il classe 1992 brasiliano è stato l’eroe della serata di ieri, capace di segnare tre gol durante la sfida fra l’Ajax e il Tottenham, e di spedire i suoi per la prima volta in finale di Champions League. Una stagione positiva quella fin qui tenuta dal 26enne di San Paolo, ma non eccelsa, almeno fino alla straordinaria serata di ieri. I numeri raccontano di 15 reti in 47 partite, fra cui 10 in Premier League e 5 in Champions League, di cui tre nella sfida di ieri dell’Amsterdam Arena. E pensare che Lucas Moura quella partita non avrebbe nemmeno dovuta giocarla, se non fosse stato per l’infortunio alla caviglia di qualche settimana fa di Harry Kane. Pochettino ha quindi scelto l’ex Paris Saint Germain al posto di Llorente, e il sudamericano non ha deluso le attese. Dopo essere andato sotto di due gol il Tottenham è riuscito a riequilibrare il match fra il 55esimo e il 59esimo, con una magica doppietta che ha sconvolto i giovani lancieri di Amsterdam. Il miracolo si è poi completato al 95esimo, quando ancora una volta Lucas Moura ha trovato la via del gol, regalando la finale ai suoi.

Ajax-Tottenham, Lucas
AMSTERDAM, NETHERLANDS – MAY 08: Lucas Moura of Tottenham Hotspur celebrates after scoring his team’s second goal during the UEFA Champions League Semi Final second leg match between Ajax and Tottenham Hotspur at the Johan Cruyff Arena on May 08, 2019 in Amsterdam, Netherlands. (Photo by Dan Mullan/Getty Images )

LUCAS MOURA, EROE DEL TOTTENHAM

Il giocatore aveva già segnato un gol pesantissimo in occasione della sfida di Champions dello scorso 11 dicembre contro il Barcellona, quando al Camp Nou terminò con il risultato di uno a uno, risultato che permise al Tottenham di qualificarsi agli ottavi di finale, a beffa dell’Inter. Già proprio l’Inter che nel 2012 fu davvero ad un passo dall’assicurarsi quel Lucas Moura all’epoca solo ventenne. Come ricorda Calciomercato.com, l’allora dirigente nerazzurro Branca volò in Brasile nell’agosto di sette anni fa, con l’ok dell’ex presidente Massimo Moratti per chiudere la trattativa con il San Paolo. Un’operazione durata diverse settimane, partita da una giusta segnalazione degli scouting interisti in America Latina.

Marco Branca, ex Inter (Getty Images)

IL RETROSCENA INTER

C’era già il sì del giocatore e i contratti erano praticamente firmati, un accordo da 30 milioni di euro più bonus con la società paulista, ma sul più bello arrivò il Paris Saint Germain. Leonardo, attuale dirigente del Milan, all’epoca dei fatti al PSG, con un autentico blitz rubò Lucas ai nerazzurri mettendo sul piatto un’offerta da 45 milioni di euro, ben 15 milioni in più rispetto alla proposta dell’Inter: fuori mercato. Lucas sbarcò a Parigi a gennaio del 2013, rimanendo al Parco dei Principi fino al gennaio del 2018. Cinque anni in chiaro-scuro per il giocatore, bloccato dalla presenza di campionissimi come Ibrahimovic, Di Maria, Cavani, Neymar e via discorrendo. Quindi il trasferimento a Londra, sponda Tottenham, per meno di 30 milioni di euro, e la definitiva esplosione dopo i tre gol di ieri. Lucas si è candidato di diritto ad un ruolo da titolare per la finalissima di Champions: Pochettino lo manderà in campo o rispolvererà Kane?

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore