CONDIVIDI
Ranieri, Roma
Ranieri (Getty)

Terminerà fra tre partite l’avventura alla Roma di Claudio Ranieri. Il tecnico giallorosso lo ha annunciato quest’oggi in conferenza stampa, parlando in vista della sfida di campionato contro la Juventus, in programma domenica sera allo stadio Olimpico alle ore 20:30. L’allenatore dei capitolini non ci gira troppo attorno all’argomento, e rivolgendosi ai giornalisti presenti in sala stampa ammette: «Sono venuto alla Roma perché ho risposto con eccitazione e impazienza alla chiamata del club, di cui sono tifoso. Il mio lavoro qua finisce al termine della stagione. Quando queste tre gare saranno terminate, sarà terminato il mio lavoro. Una volta firmato avevo già deciso – ribadisce la guida della Lupa – che ero venuto qui in un momento di bisogno della mia squadra del cuore. Finisce il campionato e finisce il mio lavoro. La Roma mi sento di promuoverla, è un bene inestimabile ed è logico che mi sento di promuovere la mia squadra del cuore».

SOUTHAMPTON, ENGLAND – APRIL 14: Antonio Conte, Manager of Chelsea looks on prior to the Premier League match between Southampton and Chelsea at St Mary’s Stadium on April 14, 2018 in Southampton, England. (Photo by Warren Little/Getty Images)

RANIERI DICE ADDIO ALLA ROMA: CHI SARÀ IL SOSTITUTO?

Ranieri non è intenzionato a proseguire oltre la sua esperienza nella capitale, anche se non è ben chiaro se per volontà sua o della dirigenza, fatto sta che la notizia, ufficializzata quest’oggi, era già nell’aria da diverso tempo. Del resto la Roma ha sempre parlato di Ranieri come di un “traghettatore”, e le numerosi voci circolanti negli ultimi tempi sui possibili tecnici per la stagione 2019-2020 ne erano una conferma. A questo punto la domanda sorge spontanea: chi prenderà il posto di Ranieri a Trigoria? Ora come ora è la classica domanda da un milione di dollari a cui è estremamente complicato replicare. La Roma sta infatti seguendo principalmente tre allenatori, leggasi Antonio Conte, Maurizio Sarri e Gianpiero Gasperini, che per un motivo o per l’altro non sembrano però arrivabili. Partiamo dal salentino, che cerca un progetto prestigioso, una squadra che giocherà la Champions League, possibilmente ricca, per provare ad alzare al cielo quel trofeo che gli manca. Si mormora inoltre proprio in queste ore che il tecnico di Lecce stia seriamente pensando ad un ritorno alla Juventus, quindi l’ipotesi Roma sembrerebbe al momento da escludere.

Atalanta manager Gian Piero Gasperini (R) celebrates the third goal with players during the UEFA Europa League Group E football match between Everton and Atalanta at Goodison Park in Liverpool, north west England on November 23, 2017. / AFP PHOTO / Oli SCARFF (Photo credit should read OLI SCARFF/AFP/Getty Images)

SARRI O GASPERINI?

Per quanto riguarda Maurizio Sarri, invece, il tecnico toscano sta facendo bene al suo primo anno a Londra, e pur non avendo conquistato il campionato è terzo, in zona Champions League, ed in finale di Europa League: difficile che dica addio allo Stamford Bridge dopo appena 12 mesi. Infine l’idea Gasperini, allenatore dell’Atalanta, che a Bergamo sta da Dio e ovviamente spera di giocarsi la Champions League con la casacca dei nerazzurri se mai la sua squadra dovesse riuscire a conquistarla. Al momento la Dea è quarta a quota 62 punti, ad una sola lunghezza di distanza dal terzo posto. Milan e Roma sono invece a debita sicurezza, a quota 59.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore