CONDIVIDI

L’Atalanta batte il Genoa fra le mura di casa con il risultato di due reti a uno, e si aggiudica tre punti che l’avvicinano ancora di più alla zona Champions League. Il club nerazzurro si è infatti portato a quota 65 punti, al terzo posto assoluto, in attesa che scenda in campo l’Inter, scivolato al quarto posto a quota 63. La cosa che conta è però tenere dietro le due inseguitrici Milan e Roma, entrambe appaiate a 59, con la Lazio che è invece definitivamente fuori dai giochi. Un’Atalanta che chiude la pratica nei primi minuti della seconda frazione di gioco, grazie al gol al 46esimo del secondo tempo, pronti via, del giovane Barrow, e al raddoppio di Castagne, giunto al 53esimo minuto. Rete della bandiera per il Genoa all’89esimo con il veterano Goran Pandev. Un’Atalanta più cinica rispetto al solito, con meno occasioni da gol ma più concreta, e alla fine quello che conta sono i tre punti conquistati, mentre il Grifone deve ora sperare che l’Empoli non passi contro la Sampdoria, con il rischio che la corsa verso la salvezza si complichi davvero.

ATALANTA-GENOA 2-1: NERAZZURRI TERZI, CHAMPIONS VICINA

«Oggi c’era caldo, c’è stato un calo della tenuta degli avversari – le parole di mister Gasperini al triplice fischio finale, intervistato dai microfoni di Sky Sport abbiamo sbagliato a non chiudere la partita, forse per la prima volta abbiamo deciso di gestire la partita con il pensiero a mercoledì e inconsciamente ci siamo risparmiati un po’». Già perché le gioie per l’Atalanta potrebbero non esaurirsi ad un eventuale quarto posto, visto che mercoledì sera la squadra di Gasperini giocherà la finalissima di Coppa Italia contro una Lazio senza dubbio meno in forma rispetto ai bergamaschi. Il tecnico nerazzurro continua comunque a nascondersi, a non proferire la parola Champions League.

Visualizza questo post su Instagram

#AtalantaGenoa 2-1 #FullTime #GoAtalantaGo ⚫️🔵

Un post condiviso da Atalanta B.C. (@atalantabc) in data:

GASPERINI: “AD UN PASSO DALL’EUROPA LEAGUE”

«Siamo a un passo dall’Europa League – ammette l’allenatore, quasi snobbando la coppa dalle grandi orecchie – ma vicini anche a un grandissimo traguardo. Il complimento migliore ai miei giocatori è che sono straordinari, per come giocano da tantissimo tempo. Hanno tolto gli alibi del calcio, giocare dal 25 luglio, giocare tre partite per volta, giochiamo fuori casa, giocare a Reggio Emilia». La notizia di oggi è che Duvan Zapata non ha segnato, rimanendo così a quota 21 gol, gli stessi realizzati da Cristiano Ronaldo. In realtà una rete l’attaccante nerazzurro l’aveva realizzata, precisamente al 18esimo minuto di gioco del primo tempo, ma l’ex Napoli è stato pizzicato in fuorigioco dopo lancio di De Roon e di conseguenza è stata annullata. I bergamaschi giocheranno la prossima gara a Torino contro la Juventus, quindi l’ultimo match al Mapei Stadium contro il Sassuolo: il sogno Champions non è mai stato così vicino.