CONDIVIDI
De Michelis (Getty Images)
De Michelis (Getty)

Lutto nel mondo della politica: è morto Gianni De Michelis, volto noto della Prima Repubblica. L’ex ministro aveva 78 anni, ed è spirato quest’oggi a seguito di una lunga malattia, nella sua Venezia, dove era nato il 26 novembre del 1940. E’ stato uno dei volti più noti e dei massimi esponenti del Partito Sociali Italiano, in particolare all’epoca dei fasti del Psi, soprattutto negli anni ’70-’80-’90 fino allo scandalo tangentopoli. «Gianni – ha ricordato su Twitter Bobo Craxi, figlio di Bettino – apparteneva alla sinistra poi lasciò Signorile ed entrò in maggioranza. È stato uno dei dirigenti più coerenti di quella lunga stagione. E’ stato per tanti di noi un maestro politico, un uomo di Stato, un Socialista Democratico di valore. Con animo pieno di dolore ho appreso la sua scomparsa».

GIANNI DE MICHELIS È MORTO, AVEVA 78 ANNI

Deputato socialista per quasi 30 anni, dal 1976 al 1993, è stato ministro dal 1980 al 1992, ricoprendo diversi incarichi nei governi che si sono susseguiti, Cossiga, Forlani, Spadolini, Fanfani, Craxi, De Mita e Andreotti. Al lui si deve la partecipazione dell’Italia al trattato di Maastricht del 1992, l’accordo chi di fatto darà il via all’Unione Europea così come la conosciamo noi oggi. Dopo lo scioglimento del Partito socialista italiano, ha fondato il Nuovo Psi nel 2001 proprio con Bobo Craxi, poi nel 2007 confluito nella Casa delle Libertà sotto la guida del presidente Silvio Berlusconi. L’ultima volta che è stato eletto risale al 2009, come parlamentare europeo, e nello stesso anno è stato ministro per la Pubblica amministrazione nel governo Berlusconi. «Gianni è stato un grande uomo di governo – le parole di Stefania Craxi, la figlia dell’ex presidente del consiglio – ed un compagno leale di mio padre, nella buona e nella cattiva sorte, a cui non fece mai mancare la sua vicinanza negli anni dell’esilio tunisino».

“ERA RICOVERATO DA GIORNI”

Nereo Laroni, ex deputato del Partito Sociale italiano ed ex sindaco di Venezia, aveva fatto visita a De Michelis un paio di settimane fa, ed ha spiegato che negli ultimi giorni Gianni era stato ricoverato nell’ospedale della Laguna, ormai in fin di vita: «Ero stato a trovarlo a casa l’ultima volta una quindicina di giorni fa – le sue parole – e purtroppo non era più cosciente». Numerosi i tecnici e i consulenti che formò in politica, fra cui l’ex ministro Renato Brunetta: «L’Europa gli deve molto – ha spiegato l’ex segretario del Psi Riccardo Nencini – la sua visione del ruolo dell’Italia nel mediterraneo e nei Balcani è tutt’oggi valida. Lasciate stare i capelli lunghi. Era un politico colto, coi fiocchi».

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore