CONDIVIDI
Dzeko, Roma (Getty Images)
Dzeko, Roma

L’Inter starebbe pensando di dire addio a Icardi per virare su Edin Dzeko. E’ questa l’indiscrezione di calciomercato circolante in queste ultime ore, che sta trovando diverse conferme. Il bosniaco sarebbe il primo calciatore richiesto da quello che sembrerebbe essere a tutti gli effetti il nuovo allenatore meneghino, Antonio Conte. Già, proprio così, perché dopo aver detto no alla Roma, il tecnico salentino sarebbe ora ad un passo dalla società nerazzurra, alla ricerca di una guida con cui tentare l’assalto allo scudetto 2019-2020 e per provare ad andare il più in là possibile in Champions League, in caso di eventuale qualificazione.

Icardi, Inter
Mauro Icardi (Getty Images)

INTER, ICARDI ADDIO, DENTRO DZEKO: LA SCELTA DI CONTE

Conte è uno storico ammiratore di Edin Dzeko, e l’ex commissario tecnico della nazionale italiane lo avrebbe voluto con se quando allenava il Chelsea, salvo poi l’operazione svanire all’ultimo. Tra l’altro l’ex Wolfsburg ha un contratto in scadenza al 30 giugno del 2020, al termine della prossima stagione, e di conseguenza è acquistabile in forte saldo, al prezzo non superiore ai 15/20 milioni di euro. Secondo quanto riportato da Virgilio Sport, le due società stanno trattando in queste settimane, e il club di corso Vittorio Emanuele conta di chiudere l’operazione già entro il 30 giugno, di modo da bruciare sul tempo l’agguerrita concorrenza. Pare infatti che l’attaccante della Roma piaccia anche ad altre società blasonate, a cominciare dal Paris Saint Germain, che se dovesse presentare un’offerta concreta rischierebbe di far “saltare il banco”, tenendo conto del suo potenziale economico pressoché infinito. C’è differenza in particolare fra le due società, visto che la Lupa vorrebbe 20 milioni di euro, mentre l’Inter ne offrirebbe al massimo 12, più o meno la cifra investita dai giallorossi per assicurarsi l’ex attaccante del Manchester City. La sensazione, vista la volontà delle parti di chiudere, è che si possa arrivare a metà strada, attorno ai 15/16 che farebbero felici tutti. Inoltre non è da escludere che nell’operazione possa essere inserita qualche giovane contropartita tecnica, così come accaduto la scorsa estate con l’affare Nainggolan-Zaniolo.

SOUTHAMPTON, ENGLAND – APRIL 14: Antonio Conte, Manager of Chelsea looks on prior to the Premier League match between Southampton and Chelsea at St Mary’s Stadium on April 14, 2018 in Southampton, England. (Photo by Warren Little/Getty Images)

IL COMUNICATO DELLA CURVA NORD

Come detto in apertura, a lasciare il posto a Dzeko sarebbe Icardi, ormai destinato a dire addio alla compagine interista dopo una stagione a dir poco travagliata, con la fascia da capitano tolta, i litigi negli spogliatoi, le polemiche sul rinnovo del contratto e qualche infortunio di troppo. Un giocatore, l’ex capitano, che è stato recentemente attaccato per l’ennesima volta dalla Curva Nord tramite un comunicato in cui si legge: «L’Inter è e deve essere composta sempre da gente disposta a lottare per quella maglia. Rifiutarla, come ha fatto Icardi, senza poi una categorica condanna da parte nostra, avrebbe forse portato a molto peggio all’interno di un ambiente che vedeva depotenziata e delegittimata tutta la restante parte di squadra».