CONDIVIDI
ROME, ITALY – APRIL 10: Daniele De Rossi of AS Roma scores his sides second goal from the penalty spot during the UEFA Champions League Quarter Final Second Leg match between AS Roma and FC Barcelona at Stadio Olimpico on April 10, 2018 in Rome, Italy. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Daniele De Rossi ha detto addio alla Roma. Un annuncio che è giunto stamane, inaspettato, quasi come un pugno in pancia, che toglie il fiato. Il capitano giallorosso, fino al ritiro di Totti, “capitan futuro”, sembrava destinato ad un rinnovo del contratto agevole: il suo accordo scadeva al 30 giugno di quest’anno, fra poche settimane, ma le indiscrezioni delle scorse settimane facevano presagire una firma dietro l’angolo. E invece la realtà è completamente differente: «Quasi 18 anni fa un giovanissimo Daniele De Rossi faceva il suo debutto con l’#ASRoma contro l’Anderlecht – il comunicato diffuso dalla stessa Lupa – con il Parma, all’Olimpico, giocherà la sua ultima partita con la nostra maglia. Sarà la fine di un’era».

DANIELE DE ROSSI ADDIO ALLA ROMA: GIOCHERÀ ALL’ESTERO

Chissà cos’è balenato nella mente del centrocampista della Roma, forse la stagione negativa, le grandi incertezze sul futuro, e la quasi sicurezza di non poter disputare la Champions League l’anno che verrà: conviene quindi rimanere un altro anno, giusto per allungare l’agonia? Probabilmente avrà ragionato in tal modo De Rossi, e nel contempo avrà avuto sul tavolo di casa una serie di proposti interessanti, più interessanti di quella della Roma sia dal punto di vista progettuale, quanto economico. Insomma, fatto due più due, approfittando del contratto in scadenza, lo storico centrocampista della nazionale ha preferito dire addio a Trigoria ora come ora, piuttosto che rinnovare con il dubbio. «De Rossi non si ritirerà dal calcio giocato – specifica il comunicato Roma – all’età di 35 anni, ha intenzione di intraprendere una nuova avventura lontano dalla Roma». Daniele De Rossi ovviamente non si trasferirà in una big italiana, ma lascerà l’Italia per volare oltre confini. Difficile ora come ora capire dove giocherà, anche perché lo stesso calciatore non ha proferito parola a riguardo nella conferenza stampa indetta quest’oggi, ma non è da escludere uno sbarco nel Paris Saint Germain, dove ritroverebbe l’amico ed ex capitano di Nazionale, Gigi Buffon, oppure un trasferimento nel calcio inglese, re indiscusso quest’anno con le quattro squadre nelle due finali di Champions ed Europa League. O magari finirà in Cina, negli Emirati Arabi o negli Stati Uniti, così come fatto in passato da molti altri campionissimi sulla via del ritorno.

IL MESSAGGIO DI PALLOTTA

«Per 18 anni Daniele è stato il cuore pulsante dell’AS Roma – le parole del presidente della Roma Pallottaha sempre incarnato il tifoso romanista sul campo con orgoglio, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti d’Europa, a partire dal suo debutto nel 2001 fino a quando ha assunto la responsabilità della fascia da capitano. Ci commuoveremo tutti quando, contro il Parma, indosserà per l’ultima volta la maglia giallorossa e rispettiamo la decisione di proseguire la sua carriera da calciatore, anche se, a quasi 36 anni, sarà lontano da Roma. A nome di tutta la società voglio ringraziare Daniele per lo straordinario impegno profuso per il club. Le porte della Roma per lui rimarranno sempre aperte con un nuovo ruolo in qualsiasi momento deciderà di tornare». De Rossi scenderà in campo per l’ultima volta, come anticipato dallo stesso presidente, fra due settimane all’Olimpico contro il Parma.