CONDIVIDI
Sanchez e Musacchio: United-Milan
Sanchez, Musacchio (Getty)

Il nome di Alexis Sanchez torna di moda in casa Inter, e l’indiscrezione inizia a circolare con una certa frequenza negli ambienti nerazzurri. Non è infatti la prima volta, nel solo ultimo mese, che il Nino Meravilla viene accostati ai colori del club meneghino, chiaro indizio in merito al fatto che con grande probabilità qualcosa di reale e concreto esista. Del resto la compagine milanese ha sempre avuto un debole per l’attaccante della nazionale cilena di proprietà del Manchester United, e fin dai tempi dell’Udinese, per arrivare poi al periodo pre-trasferimento ai Red Devils, la squadra di corso Vittorio Emanuele ha manifestato un forte interesse nei confronti dell’attaccante esterno. Terzo tentativo quindi, e chissà che questa volta non possa realmente andare a buon fine.

ALEXIS SANCHEZ INTER SI PUÒ: UNITED PAGA METÀ STIPENDIO

L’agente del calciatore, come riferisce l’edizione online di Sportmediaset, è stato visto nel capoluogo lombardo una decina di giorni fa, e avrebbe incontrato i vertici interisti proponendo il proprio assistito: in quell’occasione, però, la società interista avrebbe rimandando al mittente la proposta, giudicando lo stipendio dello stesso Sanchez troppo alto per i propri standard. Stando a quanto riportato in queste ultime ore dai media britannici, a cominciare dal tabloid Mirror, il Manchester United punta però a scaricare (quasi ad ogni costo) l’attaccante sudamericano, reduce da una stagione deludente a causa anche dei due lunghi infortuni al ginocchio e alla coscia. L’idea, visto l’ingaggio esagerato del giocatore, è quella di cederlo in prestito all’Inter con la formula del diritto di riscatto, pagando però metà del faraonico ingaggio dello stesso Alexis Sanchez, pari a 500mila sterline ogni settimana per un totale di 28 milioni di euro lordi all’anno, circa 14 netti.

Visualizza questo post su Instagram

Fue una temporada muy complicada, pero ellos los fans, son los únicos que se merecen unas disculpas, te apoyan siempre a pesar de todo por este club. En lo personal, no jugué todo lo que esperaba, me lesioné de cosas que nunca me habían pasado. Hay cosas internas que la gente y periodistas hablan sin saber. Siempre fui profesional en todo sentido, ofrezco disculpas a los fans 🙏🏽 por no estar peleando cosas importantes, siendo que somos el Manchester United. Jugadores y Staff saquemos conclusión, si hicimos lo correcto y entregamos lo mejor de cada uno por esta camiseta… Estoy seguro que el Manchester United, volverá a ser el club, que algún día fue, con el señor Alex Ferguson. ⬇️ 🙏🏽 It was a very tough season…the fan are the ones who deserve an apology as they always support you no matter what happens. Personally, I didn’t perform as much as I was expecting because of unpredictable injuries. Press and people were speculating of things that were not even true. I was always a professional in all aspects. I apologise to the fans 🙏 for not be able to achieve our goals,Nevertheless we are Manchester United! Players and Staff are questioning if we were doing the right thing and if we were giving our best for this football shirt … I'm certain that Manchester United one day will return to be the club, as it was in the old days with Mr. Alex Ferguson. 💪🏽….

Un post condiviso da Alexis Sanchez (@alexis_officia1) in data:

OPERAZIONE DA 14 MILIONI DI EURO

In poche parole, alla compagine meneghina resterebbero sul groppone circa 7 milioni di euro ogni dodici mesi, una cifra tutto sommato accettabile calcolando che i top club italiani pagano i loro migliori giocatori, Cristiano Ronaldo a parte, proprio attorno ai 7/8 milioni annui. Se però l’annata di Sanchez dovesse mettersi male, la società di corso Vittorio Emanuele avrebbe gettato al vento circa 14 milioni di euro (lo stipendio compreso del lordo): toccherà ora deciderà alla stessa Inter capire se l’affare vale o meno quella cifra, un’operazione che potrebbe tra l’altro essere strettamente collegata al rinnovo del contratto di Mauro Icardi, che vorrebbe proprio quei 7 milioni di euro netti all’anno. Come già anticipato sopra, la stagione di Alexis Sanchez che volge alla conclusione, è stata probabilmente la peggiore in carriera, con una sola rete siglata in 20 partite di Premier League e l’aggiunta di tre assist. In totale, due reti e quattro assist in 27 apparizioni, di cui 4 in Champions League.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore