CONDIVIDI

Massimiliano Allegri non sarà più l’allenatore della Juventus per la prossima stagione, di conseguenza la domanda sorge spontanea: chi guiderà i campioni d’Italia per il 2019-2020? Difficile trovare una risposta certa ora come ora, anche perché la notizia è freschissima, ma qualche ipotesi si può comunque iniziare a fare, tenendo conto di possibilità della società, interessi, e disponibilità di eventuali allenatori. Partiamo dall’Italia, dove, ora come ora, l’unico che potrebbe guidare la Juventus sembrerebbe essere Simone Inzaghi. Da anni il tecnico della Lazio viene designato come il possibile erede del Conte Max, ed ora che il livornese ha fatto le valigie, potrebbe essere giunto il momento per il grande salto di qualità. Tra l’altro Inzaghi ha recentemente vinto la Coppa Italia con la Lazio, e soprattutto, la sua squadra ha espresso spesso e volentieri un calcio molto propositivo e offensivo.

Simone Inzaghi, Lazio
Simone Inzaghi (Getty)

JUVENTUS, CHI DOPO ALLEGRI? DA GUARDIOLA A.. LE 6 IPOTESI

Per il resto, difficile pensare a qualche azzardo, a cominciare da Spalletti, tecnico dell’Inter, per arrivare a ipotesi quasi mirabolanti come Donadoni o Lippi. Attenzione invece all’idea Antonio Conte, che ciclicamente ritorna dalle parti di Vinovo, anche se il salentino sarebbe maggiormente più propenso, indiscrezioni dicono, all’avventura interista. Meglio guardare altrove quindi, a cominciare dal grande sogno, non soltanto dei tifosi, Pep Guardiola. Fresco di vittoria in campionato con il suo Manchester City, e pronto a giocarsi la finale di FA Cup contro il Watford, l’allenatore catalano piace tantissimo alla dirigenza ma percepisce un ingaggio da ben 20 milioni di euro a stagione, ed inoltre potrebbe richiedere troppi stravolgimenti alla rosa, cosa che la dirigenza non sembra intenzionata ad assecondare, convintissima che la squadra sia già attrezzata così per vincere la Champions League.

Maurizio Sarri, Chelsea
Maurizio Sarri (Getty)

DESCHAMPS, SARRI, POCHETTINO…

Altro nome caldo è quello di Didier Deschamps, attuale ct della nazionale francese che tra l’altro ha già allenato la Juventus nel periodo della Serie B. Il transalpino non sembra comunque più di tanto scaldare gli animi dei tifosi così come Maurizio Sarri, ex tecnico del Napoli attualmente al Chelsea, che dovrebbe lasciare Londra fra pochi giorni, subito dopo la finale di Europa League. Infine, attenzione all’idea Mauricio Pochettino, l’allenatore che è riuscito a far conquistare al Tottenham la prima finale di Champions League. Bisognerà però convincere gli Spurs, cosa al momento non semplice visto che i londinesi intendono tenersi stretto il tecnico dei miracoli. Sullo sfondo rimane un altro grande sogno, quel Jurgen Klopp che però è al momento blindatissimo a Liverpool, soprattutto se dovesse alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie: a quel punto gli faranno una statua nel Merseyside.