CONDIVIDI
Pozzecco, Dinamo Sassari
Gianmarco Pozzecco Ritratto, Esultanza,
Banco di Sardegna Dinamo Sassari – AX Armani Exchange Olimpia Milano
LBA Serie A Postemobile 2018-2019 Playoff Semifinale Gara 3
Sassari, 02/06/2019
Foto L.Canu / Ciamillo-Castoria

E’ un Pozzecco incontenibile quello che ha portato la squadra di basket di Sassari, ad ottenere la storica qualificazione in finale. Storica perché ha eliminato l’Olimpia Milano con il risultato rotondo di tre reti a zero. Nonostante i meneghini fossero ben più attrezzati dei sardi, e abbiano vinto tre degli ultimi cinque campionati, la compagine allenata dalla Mosca Atomica ha strabiliato tutti, raggiungendo così l’atto conclusivo della stagione di A1. A fine gara, a caldo, l’ex giocatore è stato incontenibile: «Stiamo scrivendo la storia? No, l’abbiamo già scritto – le sue parole riportate dall’edizione online de La Gazzetta dello Sportcomunque vada, l’abbiamo già scritta. Incredibile. Non so cosa dire, davvero. Non lo so, dopo una partita del genere parlare è la cosa più stupida che uno possa fare».

Visualizza questo post su Instagram

#DinamoQuotes 🗯 @theoriginalpoz #impozibleisnothing #dinamosassari #dinamoss #forzadinamo #dinamotv

Un post condiviso da Dinamo Sassari Official (@dinamo_sassari) in data:

POZZECCO E LA DEDICA SPECIALE

Poi, una dedica speciale a due ex compagni di squadra di Varese, entrambi presenti ieri al Pala Serradimigni per il big match: «Ora si festeggia – ha detto – ma per me vincere davanti ad Andrea Meneghin e Sandro de Pol è una cosa impagabile». E pensare che “Poz”, prima del 18 maggio scorso non aveva mai allenato in una partita di playoff di A1… e invece, da tre settimane a questa parte è venuto fuori un vero e proprio capolavoro, una sorta di miracolo sportivo che comunque si era già intravisto nella regular season. Pozzecco è sbarcato a Sassari l’11 febbraio del 2019, subentrando a Vincenzo Esposito al nono posto con 9 vittorie e 10 sconfitte. L’inizio non è stato dei più esaltanti, sconfitta a tavolino contro Cremona, e capitombolo anche a Venezia, ma poi sono state solo vittorie, per l’esattezza 16: 9 in stagione con annesso quarto posto, quindi le tre nella serie playoff contro Brindisi, e le ultime tre contro Milano.

IL RECORD DI VITTORIE

In finale senza sconfitte nei playoff non accadeva dalla stagione 2009-2010, con Montepaschi di Siena, che andrà poi a vincere lo scudetto. Nelle ultime 11 uscite nessuno ha fatto meglio di Pozzecco, e pensare che a Sassari ha vinto 15 gare su 17, mentre in precedenza ne aveva vinte solo 6 su 19 a Varese, e dieci su 15 a Bologna. Tenendo conto anche dei 7 successi in Fiba Europe Cup, si capisce perché è lecito parlare di vero e proprio miracolo sportivo. Qual è il suo segreto? Come riferisce l’edizione online de Il Fatto Quotidiano, Poz è riuscito a dare un assetto ad una squadra già buona, creando alcune un clima giusto, un vero e proprio gruppo. «Sassari gioca con il sorriso, ha entusiasmo, ma anche spunti tattici interessanti. Il merito è certamente del coach».

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore