CONDIVIDI
Marco Columbro (web)
Marco Columbro

Marco Columbro ha rilasciato quest’oggi una lunga intervista ai microfoni del Corriere della Sera, per fare chiarezza in merito alle indiscrezioni circolanti nella giornata di ieri, circa il fatto che Berlusconi lo avesse aiutato economicamente acquistando la casa dove lo stesso storico presentatore Mediaset abita. Il volto noto della televisione ha bollato la notizia come fake news, dicendo: «Io in difficoltà? Io con problemi di soldi? Aprire la bocca è facile, connettere bocca e cervello è più difficile». Secondo i rumors, l’ex presidente del Milan avrebbe comprato a Columbro la villa di Basiglio a Milano 3, come gesto caritatevole nei confronti dell’ex conduttore tv, sparito dal piccolo schermo dopo l’ictus avuto nel lontano 2003. «Non ne voglio parlare della casa – afferma – posso dire solo che vivo ancora nella villa dirimpetto ad Alba Parietti, di cui scrivono, e che Berlusconi è la persona più generosa che conosca».

MARCO COLUMBRO: “CON MEDIASET GRANDI SUCCESSI”

Columbro è sparito dalla tv 16 anni orsono, eppure negli anni in cui lavorava ha sempre preso parte a programmi di grande successo: «Abbiamo creato successi – racconta – come Tra moglie e marito, Paperissima, Scherzi a parte, la fiction Caro Maestro… Ero un giorno sì e uno no a casa sua coi girati: li faceva vedere a figli, moglie, camerieri e, se si divertivano, era la prova che sarebbero piaciuti al pubblico». 16 anni durante i quali Columbro si è saputo comunque reinventare fra una locanda in Toscana, il teatro e la stesura di un libro: «Mi occupo di una locanda in Toscana – racconta – in Val d’Orcia, con 18 ettari di bosco e ospiti tutti affascinati dal silenzio. La gestiscono amici albergatori, ma m’impegna tanto. L’anno scorso non si è presentato il cuoco e per un mese e mezzo ho cucinato io. Avrei preferito mille prime in teatro: non dormivo la notte per l’ansia da prestazione. La seconda attività? Ho appena finito il libro sulla mia quarantennale ricerca spirituale. Tema: risvegliarci dal sonnambulismo che ci hanno indotto migliaia di anni fa».

“ERO UN TEMPLARE UNA VOLTA”

Columbro è una persona molto spirituale, e più volte ha raccontato in televisione di apparizioni di ufo e di viaggi introspettivi rivelatori: «In ipnosi regressiva – svela – ho visto due vite precedenti: sono stato un cavaliere templare diventato monaco benedettino e, in un’altra vita, un medico». Una doppia scoperta che l’ha aiutato molto nel cammino della sua vita: «Mi è servito per capire da dove arriva la mia passione per la medicina – prosegue il viareggino – perché da bambino volevo farmi prete, e a spiegarmi il temperamento iracondo, che forse risale al templare e che si è placato solo attraverso ricerca e pratica spirituale». Ma perché questa esclusione dalla televisione, domanda allora l’intervistatore: «Non ne ho idea. Per cinque o sei anni, ho bussato a tutte le porte, invano. Poi me ne sono fatto una ragione: la vita è fatta di cambiamenti. Ho fatto teatro fino a quattro anni fa, poi televendite di condizionatori, ma si vede che il mio destino erano studio e conoscenza».

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore