CONDIVIDI
Grecia Italia (web)
Grecia Italia

L’Italia batte la Grecia con il risultato di 3 a 0, e si avvicina a piccoli passi ai campionati europei di calcio del 2020. Una vittoria convincente quella degli uomini in azzurro guidati dal commissario tecnico Roberto Mancini, nonostante l’evidente inferiorità tecnica degli avversari. Sugli scudi il centrocampista Barella, ormai prossimo a lasciare il Cagliari per trasferirsi in una big come l’Inter, ma anche Lorenzo Insigne, in rete dopo una stagione complicata a Napoli, e infine, Bonucci, che ha chiuso la partita di ieri sera. La Gazzetta dello Sport sottolinea anche l’ottima prestazione di Belotti, fra i migliori ieri, e un secondo tempo in cui la nostra Italia ha dominato dall’inizio alla fine, senza mai praticamente venire impensierita dagli avversari. Di contro va registrata una nazionale greca totalmente inerme, con il commissario tecnico Anastasiadis che ha concesso tutto per un tempo, a causa anche di un modulo, il 4-1-4-1, completamente sballato, con giocatori posizionati non nel loro ruolo.

GRECIA-ITALIA: TUTTO IN NOVE MINUTI

Succede tutto in nove minuti, precisamente fra il 24esimo e il 33esimo di gioco del primo tempo. L’uno a zero lo firma il gioiello rossoblu Barella, dopo grande azione del granata Belotti. Il due a zero arriva sei minuti più tardi, al 30esimo: ancora una volta fa tutto molto bene il centrocampista del Cagliari, che poi apre per Insigne che d’esterno batte Barkas. Infine, al 33esimo, la rete di Leonardo Bonucci che chiude già i giochi alla mezz’ora: il centrale della Juventus mette in scena il suo miglior repertorio, il colpo di testa che lascia senza fiato gli avversari greci. Da segnalare come il primo tempo potesse chiudersi con una vera e propria goleada, visto che Barella e Insigne si sono mangiati due ghiotte occasioni, ma forse sarebbe stato davvero troppo. Nel secondo tempo la Grecia entra in campo più compatta grazie anche al doppio cambio Mavrias per Kourbelis e Siopis per Kolovos, e modificando anche il modulo, un 4-3-1-2 più ragionato.

MANCINI: “NON LA MIGLIOR PARTITA”

Azzurri che giocano di rimessa, come è giusto che sia sul tre a zero, e nel contempo la Grecia prova a trovare almeno il gol della bandiera, prima con Fortounis, il cui gran tiro da fuori area è respinto in maniera impeccabile da Sirigu, e poi con Masouras al 32esimo della ripresa, dopo bel contropiede dei padroni di casa. Nel finale c’è ancora spazio per un’occasione di Insigne e un’altra di Florenzi, ma questa volta Barkas è insuperabile. «Non è stata la migliore Italia, l’importante era continuare a migliorare – le parole alla Rai di coach Roberto Mancini, nel post-gara di Atene – la gara è andata così perché la volevamo mandare così, siamo stati bravi dal primo minuto. L’aspetto più importante ora è chiedersi: perché non abbiamo fatto il quarto gol nel secondo tempo? Dobbiamo migliorare su questo, abbiamo creato tanto. Siamo stati però bravi a non subire reti». Sulla scelta di mandare in campo Insigne fra i titolari nonostante il momento non positivo: «Non era semplice scegliere, lo avevamo visto abbastanza brillante. Non era semplice lasciare altri giocatori in panchina, penso a Bernardeschi o Quagliarella per esempio».

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore