CONDIVIDI
Argentina Colombia
Argentina-Colombia 0-2 (web)

Esordio choc dell’Argentina nella Copa America 2019, visto che la nazionale albiceleste ha perso contro la Colombia con il risultato di due reti a zero. Nonostante la recente vittoria convincente per 5 a 1, e nonostante in campo vi fossero tutti gli armamenti pesanti, da Lionel Messi al Kun Aguero, passando per Di Maria e via discorrendo, la compagine allenata dal commissario tecnico Scaloni è apparsa inerme per tutto il primo tempo, completamente in balia degli avversari per i primi 45 minuti di gioco. Tutt’altra cosa sono stati invece i Cafeteros di Queiroz, che con gli “italiani” Zapata e Cuadrado, e l’aggiunta della stella James Rodriguez, forse prossimo allo sbarco a Napoli, hanno portato a casa meritatamente il successo, e di conseguenza il comando del Gruppo B. Ovviamente l’Argentina non potrà permettersi un’altra sconfitta, salvo l’eliminazione prematura dal torneo continentale.

ARGENTINA-COLOMBIA: I PRIMI 45 MINUTI

E pensare che l’inizio di match sembrava promettente per l’Argentina, visto che pronti-via, la Seleccion era riuscita a collezionare una ghiotta occasione sfruttando l’asse Messi-Aguero. Peccato però che si è trattato di una pia illusione, visto che a poco a poco la Colombia ha preso le misure agli avversari, iniziando a macinare gioco e mettendo al centro area avversaria palle velenose, grazie alle due corsie albicelesti tutt’altro che presidiate. In campo per i Cafeteros vi sono gli “italiani” Ospina, Cuadrado e Muriel fra i titolari, e al termine dei primi 45 minuti di gioco sono almeno 4 le palle gol totalizzate, con Martinez, James Rodriguez, e Falcao. Argentina che invece rientra negli spogliatoi conscia che qualcosa non va, e che nel secondo tempo bisognerà cambiare ritmo. Pecato però che nella seconda frazione di gioco succeda più o meno la fotocopia del primo tempo, con l’Argentina che regge fino al settantesimo, venendo poi colpita da Martinez, bravissimo a superare Saravia e a battere Armani.

MESSI: “NON DOBBIAMO ABBATTERCI”

Per provare a recuperare il match, ct Scaloni ha mandato in campo Suarez, lasciando in panchina sia Dybala quanto Lautaro Martinez, e l’albiceleste sembrava vicina al pareggio, fermata solamente da un ottimo Ospina. Ma nel momento più bello della Seleccion, la Colombia ha colpito nuovamente, questa volta con il solito Duvan Zapata, entrato nella ripresa a 10 minuti dal gong finale, il tempo appunto di mettere il proprio timbro sul match con una deviazione sottorete. Al termine della partita, Lionel Messi ha commentato: «Siamo andati sotto nel nostro miglior momento, ma non dobbiamo abbatterci. Questo è solo l’inizio e dobbiamo subito rialzare la testa». La prossima partita dell’albiceleste sarà la sfida contro il Paraguay in programma giovedì prossimo alle 2:30 di notte, già decisiva.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore