CONDIVIDI
Douglas Costa
Douglas Costa (Getty Images)

Douglas Costa non ha assolutamente intenzione di lasciare la Juventus per il calciomercato estivo in corso. Lo ha spiegato senza troppi giri di parole lo stesso esterno d’attacco nel giro della nazionale brasiliana, che parlando da Capo Verde, dove si trova attualmente in vacanza, ha ammesso: «Non conosco Sarri personalmente ma l’ho visto lavorare a Napoli. Fece una grande stagione nel mio primo anno in Italia: secondo me faremo grandi cose con lui. Non conosco personalmente neanche Aaron Ramsey, seguo molto più la Serie A della Premier League. Se la Juventus l’ha preso, però, vuol dire che è un gran giocatore». Non si sa se l’eventuale addio di Massimiliano Allegri abbia convinto il sudamericano a rimanere a Vinovo, fatto sta che nei giorni precedenti il divorzio fra il Conte Max e la Vecchia Signora, l’ex Bayern Monaco era considerato come uno dei possibili partenti.

DOUGLAS COSTA: “HO ALTRI 3 ANNI DI CONTRATTO”

«Ho altri 3 anni di contratto – ha aggiunto il calciatore originario del Brasile – e sono convinto di restare. Ora è tutto nuovo, quindi resto». E sul prossimo campionato: «Ogni anno è più difficile: ora c’è Conte all’Inter, Ancelotti al Napoli. Tutte si rinforzano. Sarà un campionato difficile». Una Juventus che cercherà di fare bene in Serie A, provando a conquistare l’ennesimo scudetto consecutivo, ma che dovrà obbligatoriamente migliorare anche in Champions: «La nostra priorità è migliorare partita dopo partita per migliorare anche in Champions League – afferma Douglas Costa – il nostro principale obiettivo. Anche se la Juve deve vincere ogni torneo a cui partecipa». E sono molti coloro che non vedono l’ora di vedere all’opera Douglas Costa sotto la guida di Maurizio Sarri.

UNA STAGIONE FALCIDIATA DAGLI INFORTUNI

Con il neo-tecnico bianconero, il funambolo esterno sudamericano potrebbe fare faville, soprattutto se riuscirà a disputare una stagione avulsa dai continui problemi fisici. Un tridente con Cristiano Ronaldo, Douglas Costa, e probabilmente un altro esterno o comunque uno fra Bernardeschi e Cuadrado potrebbe risultare micidiale per tutte le difese del mondo. L’ex calciatore di Bayern Monaco, Shakhtar di Donetsk e Gremio viene da una stagione in cui ha disputato solo 25 partite di cui 17 in Serie A, 5 in Champions League due in Coppa Italia ed una in Supercoppa Italiana. Solo una la rete messa a segno, mentre gli assist sono stati due. Numeri di magra a causa di una serie continui di stop che hanno falcidiato in maniera inesorabile la sua stagione. Fra settembre e ottobre un infortunio alla caviglia, quindi un infortunio alla coscia a febbraio, e un altro al polpaccio ad aprile, per un totale di ben 25 partite saltate.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore