CONDIVIDI
Giampaolo (Getty Images)
Giampaolo (Getty)

Ora è davvero ufficiale, Marco Giampaolo è il nuovo allenatore del Milan. Il tecnico di origini abruzzesi ma nato in Svizzera, precisamente a Bellinzona, ha firmato un contratto con il club rossonero, come comunicato nelle scorse ore dalla società di via Aldo Rossi: «AC Milan comunica che, a partire dal 1° luglio 2019, affiderà la conduzione tecnica della Prima Squadra a Marco Giampaolo, attraverso un contratto con il Club rossonero fino al 30 giugno 2021, con un’opzione per il rinnovo fino al 30 giugno 2022». Le cifre ufficiali non sono state rese note ma l’ex allenatore della Sampdoria percepirà un ingaggio da 2 milioni di euro netti all’anno, e lavorerà fin da subito al fianco del direttore tecnico Paolo Maldini, e del Cfo Zvonimir Boban, per iniziare a pianificare la stagione che verrà, cominciando dal calciomercato estivo. «Mi dicono che è una persona che può fare al caso del Milan – le parole dell’ex presidente rossonero, Silvio Berlusconi, rilasciate a margine della presentazione del libro di Arrigo Sacchi “La Coppa degli Immortali” – ho chiesto al presidente Paolo Scaroni di poterlo incontrare insieme a lui perché vorrei passargli qualche suggerimento».

Giampaolo ufficiale al Milan (sito rossonero)

MARCO GIAMPAOLO AL MILAN: PRONTO IL 4-3-1-2

«Il primo riguarda il modulo con il trequartista dietro le punte – ha proseguito il Cavaliere – ma so che lui l’ha già praticato nelle squadre che ha allenato. Avrei anche qualche suggerimento sui singoli giocatori per impiegarli nel modo migliore». E come anticipato dal numero uno di Forza Italia, è molto probabile che il Milan cambi pelle in vista della prossima stagione, volgendo al tanto amato modulo dall’ex presidente, il 4-3-1-2 con il centrocampo a rombo e il trequartista dietro le due punte: «La mia missione principale è quella di divertirmi – aveva detto lo stesso Giampaolo in una recente intervista rilasciata a Daznil giorno in cui non succederà più per me sarà un bel problema. Il modulo me lo porto dietro da sempre: mi è difficile spiegarlo, ma non si tratta solo di numeri. Dietro al mio 4-3-1-2 c’è un mondo intero».

INIZIA IL NUOVO CORSO ROSSONERO

Uno schema in cui dovrebbe trovare spazio sicuramente Piatek, prima punta più avanzata, mentre per il suo compagno di reparto al momento si brancola nel buio, e quasi sicuramente non sarà Suso, che forse verrà venduto. Rimarrà invece il brasiliano Paquetà, pronto ad esplodere definitivamente dopo una buona prima annata in rossonero, e con lui anche il tanto amato/odiato Calhanoglu, che potrebbe trovare spazio proprio nella casella da trequartista dietro alle due punte. Altro rebus riguarda la cabina di regia, che al momento sarebbe presieduta da Biglia, ma che viene da un’annata complicata. Con l’addio già annunciato di Bakayoko non è da escludere l’acquisto di un nuovo regista “muscoloso”, così come piace appunto a Giampaolo. Tanti rebus ma una certezza: da oggi inizia davvero il nuovo corso del Milan.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore