CONDIVIDI
Fernando Torres
Fernando Torres (Getty Images)

Fernando Torres ha detto addio al calcio giocato. Il Nino ha deciso di appendere le scarpe al chiodo a 35 anni. L’annuncio è giunto stamane, tramite il profilo Twitter dello stesso ex calciatore della nazionale spagnola, apparso in video dicendo tali parole: «Ho qualcosa di molto importante da annunciare – le parole sui social – dopo 18 anni entusiasmanti, è giunto il momento di mettere fine alla mia carriera calcistica. Domenica prossima, il 23 alle 10:00, ora locale in Giappone, parlerò in una conferenza stampa a Tokyo per spiegare tutti i dettagli. Ci vediamo lì». Fernando Torres chiude così la sua lunga carriera nel campionato di calcio giapponese, fra le fila del Sagan Tosu nella J1 League, la Serie A nipponica. Nell’estremo oriente si trovava da un anno, dopo aver detto addio all’Atletico Madrid.

FERNANDO TORRES, DUE EUROPEI E UN MONDIALE

Si tratta senza dubbio di uno degli attaccanti più interessanti degli ultimi 20 anni, calciatore che ha giocato in particolare per l’Atletico Madrid, dove è nato, cresciuto ed esploso, e per il Liverpool. Palmares ricco anche per quanto riguarda la nazionale spagnola, visto che il Nino ha giocato 110 partite con la maglia delle Furie Rosse, segnando 38 reti e portandosi a casa un campionato mondiale di calcio e due Europei, tutti conquistati fra il 2008 e il 2012, un periodo a dir poco memorabile per il calcio spagnolo. «Molto orgogliosi di una carriera da leggenda», ha twittato l’Atletico Madrid, ri-postando l’annuncio di Torres, e in seguito è giunto anche il messaggio d’augurio del Liverpool. Torres, come dicevamo, è nato fra le fila dei Colchoneros, dove ha iniziato a giocare nelle giovanili fra il 1995 e il 2000.

I NUMERI IN CARRIERA

Con la maglia della compagine madrilena è rimasto fino al 2007, quando iniziò la sua esperienza fra le fila del Liverpool in cambio di un assegno da 20 milioni di euro con l’aggiunta del cartellino di Luis Garcia. Fra le fila dei Reds Torres esplose definitivamente, segnando 65 marcature in 102 apparizioni. Quindi lo sbarco a Londra, sponda il Chelsea, trasferimento che di fatto ha iniziato una sorta di declino per il Nino, nonostante i numeri di Liverpool: sono appena 20 in 110 partite le marcature siglate dallo spagnolo, che al termine della stagione 2013-2014 si trasferisce al Milan. A San Siro Torres conferma le prestazioni sottotono delle annate precedenti, segnando una sola rete in dieci gare e tornando a Madrid già a gennaio, dove poi vi rimarrà fino al termine della stagione 2017-2018, quando poi sbarcherà in Giappone. Torres ha vinto numerosi trofei fra cui una Champions con il Chelsea, seppur non da protagonista, e due Europa League con Chelsea e Atletico.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore