CONDIVIDI
El Shaarawy
El Shaarawy (Getty Images)

El Shaarawy è pronto a dire addio alla Roma per trasferirsi in Cina. Nelle ultime ore, come riferito da numerosi media sportivi accreditati, il Faraone giallorosso ha ricevuto un’offerta… faraonica. Il club di Shanghai, lo Shenhua, ha infatti messo sul piatto un maxi contratto da ben 15 milioni di euro netti all’anno per le prossime tre stagioni, mentre per acquistare il cartellino dell’ex Milan e Genoa vi sarebbe una proposta da 18 milioni di euro. Trattasi della classica offerta impossibile da rifiutare, anche perché nessuno in Europa, ora come ora, metterebbe sul tavolo così tanti soldi per convincere il calciatore italo-egiziano. Di conseguenza l’esperienza di El Shaarawy presso la capitale, nonostante il contratto scadrà al 30 giugno del 2020, al termine della prossima stagione, sembrerebbe essere ormai giunta al capolinea.

EL SHAARAWY IN CINA: ATTESA PER LA CHIUSURA DELL’OPERAZIONE

In questo momento Stephan si sta godendo le meritate vacanze alle Baleari, sull’isola spagnola di Ibiza, ma è probabilmente questione di giorni se non addirittura di ore, prima che lo stesso prenda un aereo di sola andata destinazione Shanghai. Inizialmente, come spiegato da La Gazzetta dello Sport, l’attaccante esterno sembrava un po’ scettico, convinto che un eventuale sbarco in estremo oriente potesse minare la convocazione presso la nazionale italiana, nell’annata che porta ai campionati europei. Inoltre, El Shaarawy è molto legato alla Roma, e si trova bene nella capitale. Ma è logico che un’offerta così è pressoché impossibile per quasi ogni giocatore da rimandare al mittente, e la sensazione circolante è che se alla fine lo Shanghai metterà sul piatto i 20 milioni di euro richiesti dalla Roma, a quel punto la trattativa andrà in porto.

El Shaarawy su La Gazzetta dello Sport

TUTTI GLI ALTRI ITALIANI IN CINA

El Shaarawy diverrà così l’ottavo giocatore italiano sbarcato in Cina, a cominciare da Damiano Tommasi, che sbarcò dalle parti di Pechino quando il calcio cinese non era ancora milionario come quello odierno. Era infatti il 2009, e l’ex giocatore della Roma si fiondò presso il Tianjin Teda. Nel 2011 fu quindi la volta di Fabio Firmani, che si stabilizzò presso lo Shaanxi Chanba, poi nel 2014 il primo allenatore italiano a sbarcare in Cina, l’ex commissario tecnico campione del mondo con l’Italia nel 2006, Marcello Lippi, che divenne la guida del Guanghzou Evergrande. Assieme al viareggino sbarcarono anche Alberto Gilardino e Alessandro Diamanti. Il contratto più ricco lo ha comunque strappato Graziano Pellè, ex bomber della nazionale italiana negli Europei del 2016, che subito dopo il torneo contingentante sbarcò appunto in Oriente in cambio di un assegno da 16 milioni di euro. Infine, nel 2018, il trasferimento di Paletta e di Eder presso il Jiangsu Suning, club dei proprietari dell’Inter.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore