CONDIVIDI
Maldini Gazidis (Getty Images)
during the Italian Supercup match between Juventus and AC Milan at King Abdullah Sports City on January 16, 2019 in Jeddah, Saudi Arabia.

E’ giunta poco fa la sentenza del Tas, il tribunale sportivo di Losanna, in merito al contenzioso fra il Milan e l’Uefa. Alla fine i rossoneri sono stati esclusi dalla manifestazione Europa League 2019-2020, così come “richiesto” dalla stessa società di via Aldo Rossi. Il testo della sentenza è stato pubblicato sul sito dello stesso Tas, il cosiddetto Consent Award fra i rossoneri e la federazione europea di calcio: «La sentenza emessa dalla Camera Giudicante in data 20 novembre 2018 – si legge sul documento ufficiale – e sotto ricorso al TAS, è annullata. La sentenza emessa dalla Camera investigativa in data 19 aprile 2019, anch’essa sotto ricorso al TAS da parte del Milan, è annullata. Le nuove sanzioni emesse in sostituzione delle sentenze precedenti sono: Di escludere l’AC Milan dalle competizioni europee per la stagione 2019-20 in quanto il club non ha rispettato le regole del break even durante i periodi 2015-2016-2017 e 2016-2017-2018. La Camera Giudicante è chiamata a eseguire un ordine procedurale che prenda atto del seguente arbitrato e che ponga fine al procedimento AC-01/2019 relativo al triennio 2016-2017-2018».

MILAN, IL TAS HA DECISO: NIENTE EUROPA LEAGUE

Il Milan è stato quindi sanzionato per non aver raggiunto il pareggio di bilancio relativamente agli esercizi 2015-2016-2017 e 2016-2017-2018, di conseguenza l’Uefa ha optato per il pugno pesante, anche se alla fine era quello che il Diavolo preferiva. La prossima stagione il club rossonero avrà la possibilità di giocarsi solo ed esclusivamente il campionato, concentrando quindi tutte le forze sulla Serie A con l’obiettivo di tornare a strappare il pass per la Champions League, cosa che manca ormai da troppi anni dalle parti di Milanello. Vista l’estromissione del Diavolo dalla prossima Europa League, il suo posto viene preso dal Torino, con i granata che dovranno quindi disputare i preliminari, salendo in settima posizione.

LA VICENDA GIUDIZIARIA NATA CON YONGHONG LI

Si qualifica invece direttamente al torneo la Roma, come sesta del campionato, così come la Lazio, che aveva già conquistato l’accesso alla manifestazione dopo aver vinto la Coppa Italia nella finale contro l’Atalanta. La penalizzazione del Milan, come detto già sopra, riguarda gli esercizi del triennio 2014-2017 quando a capo della società rossonera vi era il misterioso YongHong Li: l’Uefa impose al Diavolo una multa da 12 milioni di euro da trattenere dai bonus europei, con l’obbligo di pareggio di bilancio entro il 2021. Quando poi il Milan venne ceduto al fondo Elliot, la federazione decise di dare maggiore fiducia allo stesso club meneghino, ma in cambio dell’Europa League la nuova proprietà aveva chiesto uno slittamento di un anno del pareggio di bilancio semplicemente per due questioni: il disavanzo molto ampio, e il fatto che lo stesso fosse stato accumulato da un’altra proprietà.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore