CONDIVIDI
Ligabue a San Siro
Ligabue a San Siro (web)

Il rocker emiliano Ligabue ha suonato la scorsa sera allo stadio San Siro di Milano, una delle sue grandi case. Numerosi infatti i concerti al Meazza del cantautore italiano, che anche ieri sera è stato full, al gran completo, nonostante il clima di caldo africano che si è abbattuto sulla nostra penisola questa settimana. Un concerto come al solito emozionante quello di Ligabue, che al termine della splendida serata ha voluto pubblicare un video sui propri social, per ringraziare appunto i migliaia di fan presenti nel capoluogo lombardo: “Siete stati pazzeschi”. Numerosi i commenti dei fan a corredo del filmato pubblicato, come ad esempio “Un concerto pazzesco, pieno di ricordi perché il mio primo concerto è stato un bel 28 giugno di 22 anni fa!!!”, “Grazie mille Liga, come al solito ci hai regalato grandissime emozioni”, e ancora “Fantastico, inimitabile, come al solito un concerto da urlo”, “Un concerto superlativo. Il migliore di questi anni!!!! Grazie Liga per le emozioni che mi regali”, e via discorrendo su questa falsa riga.

LIGABUE A SAN SIRO: L’OMAGGIO DELL’INTER

E in occasione del concerto del Liga a San Siro, non poteva mancare il messaggio d’auguri dell’Inter. Il cantante emiliano è infatti un grande supporter dei colori nerazzurri, a cui ha anche dedicato una sua storica canzone “Una vita da mediano”, con protagonista l’ex centrocampista dei meneghini e della nazionale italiana, Lele Oriali. In vista del mega concerto di ieri il cantante ha ricevuto la nuova divisa da trasferta dell’Inter, con tanto di nome “Ligabue” e numero di maglia, il 7. Inoltre, sui propri social, la compagine nerazzurra ha pubblicato la foto del Liga con addosso la divisa, con annessa didascalia/citazione: “Ho tre domande per te. Chi prende l’Inter, dove mi porti e poi dì, Soprattutto perché?”.

LA COREOGRAFIA SPECIALE

Grandi emozioni a San Siro, dicevamo, con i fan che non si sono affatto risparmiati nell’esternare il proprio amore nei confronti del Rocker, e che hanno dato vita ad una coreografia da brividi. Come riportato da MerateOnline, per festeggiare i 22 anni dalla prima volta che il cantante di Correggio si esibì alla Scala del calcio, è stato esposto un enorme striscione con scritto “1997-2019 si riaccende lo spettacolo”. Un omaggio da brividi che sicuramente avrà tirato un po’ su il morale allo stesso cantante, che nella precedente tappa di Bari aveva visto uno stadio, il San Nicola, tutt’altro che esaurito, con annesse polemiche. Resta da capire quanti siano stati gli spettatori di ieri a San Siro, ma l’atmosfera era di quelle esaltanti e quasi sicuramente i numeri saranno memorabili.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore