CONDIVIDI
Edgar Davids
Edgar Davids (Getty Images)

De Ligt è un nuovo calciatore della Juventus. Il gioiello della nazionale olandese, di proprietà dell’Ajax, è sbarcato nella tarda serata di ieri all’aeroporto di Torino Caselle con un volo privato. Oggi il giovane talento della difesa sosterrà le rituali visite mediche dopo di che firmerà il contratto che lo legherà per i prossimi cinque anni alla Vecchia Signora. Ai Lancieri andranno 75 milioni di euro bonus compresi, mentre al ragazzo classe 1999 un ingaggio da 12 milioni netti annui di cui 8 fissi e 4 variabili. La Juventus torna quindi a scommettere sull’Olanda, nonostante nella sua storia non sia stata molto fortunata con i “tulipani”, salvo qualche rara eccezione: vediamo insieme tutti i calciatori dei Paesi Bassi che hanno indossato la casacca bianconera. Il giocatore proveniente da quella zona dell’Europa che ha lasciato maggiormente il segno in casa Juventus è stato senza dubbio Edgar Davids. Il Pitbull ha indossato i colori bianconeri fra il 1997 e il 2004, scendendo in campo in 235 match, segnando dieci gol e vincendo tre scudetti e due supercoppe italiane, con l’aggiunta di due finali di Champions perse. Venne preso dal Milan in cambio di 9 miliardi di lire.

DE LIGT E NON SOLO: VAN DER SAR FRA LUCI E OMBRE

Al secondo posto tra gli olandesi più significativi della storia juventina troviamo Edwin Van der Sar, storico portiere dell’Ajax e della nazionale olandese. Acquistato nel 1999 dai Lancieri in cambio di 17 miliardi di lire, rimase a Torino per due anni, fino al 2001. Fu il primo storico portiere straniero della Vecchia Signora, e dopo un buon primo anno, regalò una serie di strafalcioni nella sua seconda stagione che indussero la dirigenza a cederlo al Fulham. Si conclude qui l’elenco degli olandesi di spessore nella storia della Juventus, gli altri sono stati quasi tutti meteore, come ad esempio Elia, centrocampista classe 1987 che la Juventus pagò 9 milioni di euro nell’estate del 2011, e che non riuscì mai a convincere: giocò solamente cinque partite, vincendo comunque uno scudetto sotto la guida di Antonio Conte. Proseguiamo quindi con Sergio De Windt, altro calciatore ex Ajax sbarcato a Torino. Arrivato su consiglio di Davids nella stagione 2000-2001, il terzino sinistro non riuscì a convincere Ancelotti e Lippi, causa anche un infortunio al ginocchio: se ne andrà senza lasciare il segno.

BOUY “NUOVO PIRLO”, DA CUNHA…

Prometteva bene anche Bouy, un giocatore classe 1993 che Conte apprezzava, vedendolo molto simile ad Andrea Pirlo, ma che giocò solamente 22 minuti in Coppa Italia e qualche partita con la Primavera. Di mezzo, prestiti fra Brescia, Palermo, Germania e Grecia. Infine, fra gli olandesi di casa Juventus troviamo Leandro Fernandes da Cunha, calciatore di origini angolane classe 1999, che è giunto a Torino un anno e mezzo fa, durante la stagione di mercato invernale del 2018, e che ha giocato fino ad oggi nella Primavera e nell’Under 23 della Vecchia Signora. Allegri lo ha utilizzato anche in prima squadra ma solamente per delle amichevoli. Centrocampista offensivo che viene schierato soprattutto nel ruolo di trequartista, è molto abile nelle punizioni, come ricorda l’edizione online de La Gazzetta dello Sport.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore