CONDIVIDI
Liverpool Siviglia
Liverpool Siviglia (Getty Images)

La sfida fra Liverpool e Siviglia, giocatasi nelle scorse ore Oltreoceano, è stata tutt’altro che una classica amichevole di mezza estate, per lo meno, per Joris Gnagnon, calciatore del club andaluso. Il 22enne difensore francese è stato infatti protagonista di un intervento a dir poco killer nei confronti di Yasser Larouci, con conseguente rosso diretto per il primo. Il talento dei Reds è stato costretto a lasciare lo stadio in stampelle, dopo il fallaccio avvenuto al 76esimo minuto di gioco, quando la gara era sull’1 a 1: Gnagnon è entrato diretto sullo stinco del connazionale, costringendolo a lasciare anzi tempo il rettangolo di gioco. Una gara molto “cattiva”, che ha visto anche una gomitata ricevuta in faccia da Wilson, dopo “colpo basso” di Ever Banega. Dura la condanna di Milner al triplice fischio finale: “Ci sono stati alcuni contrasti disonesti – ha detto – sappiamo che è stata un’amichevole, ma non si vedono molti rossi in queste gare. Se vuoi fare fallo, tira la maglietta dell’avversario. Non prendere un ragazzino sul ginocchio. Rivederlo è una vergogna”.

LIVERPOOL SIVIGLIA, LE SCUSE DI GNAGNON

Per correttezza d’informazione c’è da dire che dopo la partita, a mente fredda, sono giunte anche le scuse dello stesso Gnagnon, che ha confessato: “Mi piacerebbe scusarmi nei confronti del Liverpool. Questo gesto odioso da parte mia, qualunque sia stata la ragione, non deve essere visto su un campo di calcio. Tutte le mie preghiere sono rivolte al giocatore e alla famiglia”. Quella fra Liverpool e Siviglia non è l’unica amichevole in cui il campo da calcio si è trasformato in un terreno di battaglia. Nella storia, soprattutto recente, sono numerosi gli episodi avvenuti durante partite “leggere”, come ad esempio quanto accaduto a luglio 2016, tre anni, durante la sfida fra West Ham e Karlsruher, in cui Grischa Prömel entrò diretto sul ginocchio di Aaron Cresswell, costringendolo a 4 mesi di stop.

LA RISSA SFIORATA DA BENATIA E LAUTARO

A giugno 2017, fu l’ex Inter Gary Medel a venire espulso direttamente durante l’amichevole fra la nazionale cilena e quella rumena, per un accenno di reazione. Un mese, dopo, invece, durante la partita fra Brescia e Cagliari (che terminò con il risultato di due a due), i tifosi delle due squadre se le diedero di santa ragione prima dell’inizio dell’incontro, rissa sedata solamente grazie all’intervento delle forze dell’ordine. Un centinaio le persone coinvolte che si sono tirati pugni, calci, ma anche bastonate e persino cinturate. Infine, la sfida amichevole dello scorso mese di marzo, fra la nazionale argentina e quella marocchina: in quell’occasione finirono faccia a faccia l’ex Juventus Mehdi Benatia, e l’attaccante dell’Inter Lautaro Martinez: rissa sfiorata.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore