CONDIVIDI
Kevin Prince Boateng (Getty Images)

Kevin Prince Boateng in mezzo, Franck Ribery sulla corsia di sinistra, e Federico Chiesa a destra. Sarà questo, a meno di nuovi arrivi nei restanti giorni che ci separano dalla chiusura del calciomercato estivo, il tridente d’attacco titolare della Fiorentina per la stagione 2019-2020. Un reparto avanzato pressoché rivoluzionato, e almeno sulla carta migliorato, visto che la dirigenza toscana, capitanata dal neo-presidente Commisso, è riuscita a trattenere all’Artemio Franchi il diamante più raro, il figlio d’arte Chiesa ambito dalle principali big italiane, Juventus compresa. Ma del resto il nuovo proprietario della Fiorentina lo aveva detto fin dai primi giorni del suo insediamento “Chiesa non si tocca”, e così è stato. Nel cuore della Toscana è quindi giunto Boateng, che dopo l’esperienza a Sassuolo prima e poi a Barcellona, è rientrato in Italia, pronto ad iniziare questa nuova ennesima avventura in Serie A. L’ex milanista sembra ogni anno destinato al pensionamento, per poi stupire gli addetti ai lavori e trovare nuovi ricchi contratti.

BOATENG E NON SOLO: QUANTI VOLTI NUOVI

Che dire poi di Ribery, che ovviamente non ha bisogno di presentazioni. Dopo anni passati a galoppare sulla corsia mancina del Bayern Monaco, l’ex nazionale francese è pronto a sposare la causa della Viola, e ieri mattina, al suo arrivo a Firenze, è stato accolto come una vera e propria star, come non si vedeva da tempo dalle parti fiorentine. Entusiasmo alle stelle fra il popolo toscano, anche per via di altri innesti di qualità, come ad esempio i due volti nuovi a centrocampo, a cominciare da Pulgar, che dopo una buona stagione a Bologna si è aggregato al gruppo allenato di Vincenzo Montella. Per la cabina di regia, invece, spazio a Milan Badelj, rientrato al Franchi dopo l’esperienza nella Lazio, mentre nel ruolo di interno destro, confermatissimo il buon Marco Benassi.

DIFES: DUE SICUREZZE E DUE NEW ENTRY

Volti nuovi anche nel reparto più arretrato dell’undici titolare, la difesa, dove per il ruolo di terzino destro è stato preso il talento Pol Lirola, ex Juventus prelevato dal Sassuolo. Il ragazzo spagnolo si è infortunato negli scorsi giorni, ma è probabile un suo recupero per l’esordio stagionale della Viola contro il Napoli. L’altro volto nuovo è invece sulla corsia mancina, dove la Fiorentina si è assicurato un altro talento purissimo come Aleksa Terzic, 20enne difensore della nazionale under-21 serba, e proveniente dalla Stella Rossa, fiocina di talenti dei Balcani. Infine, a completamento dell’undici titolare, due punti fissi come i centrali German Pezzella e Nikola Milenkovic, schierati dinanzi all’estremo difensore Dragowski. A che posto può ambire questa Viola che sembrerebbe essere il giusto mix di talento, qualità ed esperienza?

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore