CONDIVIDI
De Ligt, Juventus (Getty Images)

E’ iniziata ufficialmente la prima giornata di Serie A 2019-2020. Nello scorso weekend è tornato a fare capolino il massimo torneo calcistico, regalando i primi verdetti. Gol fatti, gol subiti, vittorie e sconfitte inattese, pareggi, delusioni e gioie, con i tifosi che sono tornati dopo mesi di attesa a rimanere incollati ai teleschermi per godersi le gesta dei propri beniamini. Una cosa che è emersa da questa prima giornata di Serie A, al di là dei verdetti sul campo, è il fatto che gli allenatori, salvo qualche rara eccezione, hanno preferito affidarsi ai “vecchi” calciatori in loro possesso, lasciando quindi ai margini dei titolari i nuovi arrivi. Un esempio lampante è quello di De Ligt, il difensore centrale della nazionale olandese che la Juventus ha acquistato durante il calciomercato estivo per ben 80 milioni di euro: Maurizio Sarri lo ha preferito lasciare in panchina, con annesso broncio dello stesso.

DE LIGT, BENNACERA E LOZANO: ESCLUSI VIP DELLA PRIMA DI SERIE A

De Ligt non è comunque l’unico bianconero scontento visto che anche Demiral, Danilo e Ramsey non sono scesi in campo nel match contro il Parma al Tardini, mentre Rabiot è subentrato sul rettangolo di gioco solamente al 18esimo minuto del secondo tempo. Che dire poi del Milan, che ha iniziato la nuova stagione sulla falsa riga di come si è conclusa quella passata, con una clamorosa debacle contro l’Udinese allo stadio Friuli. La squadra rossonera di Giampaolo ha lasciato in panchina i sue due acquisti di punta, leggasi il nordafricano Bennacer e l’attaccante brasiliano Rafael Leao, entrambi scesi in campo solo a circa un quarto d’ora dal fischio finale. Non cambia la situazione in casa Roma, dove il trio di volti nuovi dei giallorossi, Zappacosta (sceso in campo al 78esimo minuto del secondo tempo), Diawara e Veretout, hanno guardato i propri compagni pareggiare per tre a tre contro il Genoa dalla panchina.

RIBERY, BOATENG…

Ma la lista degli esclusi eccellenti non è di certo esaurita, visto che basta spostarsi in casa Napoli, per scoprire che il gioiello della nazionale messicana, Lozano, non era nemmeno fra i convocati per l’anticipo di sabato sera contro la Fiorentina. A discolpa di Ancelotti, il fatto che il sudamericano fosse giunto in Italia soltanto da pochi giorni, di conseguenza servirà ancora qualche allenamento per gettarlo nella mischia. Infine il caso della Fiorentina, altra società che ha dato vita ad un calciomercato scoppiettante in queste ultime settimane: nella sfida proprio contro i partenopei, Vincenzo Montella ha deciso di lasciare in panchina sia Kevin Prince Boateng, poi entrato al 19esimo del secondo tempo, e autore anche di un gol, nonché il gioiello Franck Ribery, che invece ha fatto il suo ingresso in campo al 26esimo di gioco.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore