Milan, triplo sacrificio per tenere Leao: ecco il tesoretto

In casa Milan tiene banco la questione relativa al rinnovo di Rafael Leao. L’attaccante esterno dei rossoneri è un punto fermo della squadra di Pioli ed è stato votato come il miglior calciatore della scorsa stagione. Il suo contratto in scadenza nel giugno del 2024 tiene in apprensione i tifosi del club meneghino.

Negli ultimi giorni si parla di un Milan pronto alla maxi offerta per il proprio attaccante per convincerlo a restare ancora a lungo in rossonero. L’intenzione è quella di prolungare fino al giugno del 2026 con la punta per provare ad allontanare le voci di un imminente addio.

Rinnovo Leao, le ultime
Leao © LaPresse

Leao sempre più decisivo per il Milan

Dopo la scorsa stagione che è stata quella della definitiva consacrazione di Leao con la maglia del Milan, il portoghese si sta confermando in questa prima parte di annata. Il giocatore è spesso decisivo per i risultati della squadra di Pioli, divenendo sempre più pericoloso anche in zona tiro. La doppietta nel derby ed il lavoro fatto a servizio della squadra hanno portato diversi club ad interessarsi al suo cartellino. La scadenza nel giugno del 2024 non permette al Milan di alzare troppo il prezzo del cartellino della punta vista la possibilità di perderlo a zero dopo un anno. Nel caso in cui dovesse arrivare il rinnovo invece, il Milan avrebbe la possibilità di definire il costo dell’attaccante per poi scegliere il miglior offerente o di tenerlo per basare il nuovo ciclo su di lui.

Milan, la strategia per trattenere l’esterno portoghese

Il club è pronto a mettere in atto una strategia che possa portare il giocatore a firmare il rinnovo con il Milan. Maldini e Massara in questi giorni stanno lavorando per trovare l’accordo con il suo entourage, arrivando a mettere sul piatto circa 7 milioni di euro a stagione, bonus compresi. Il portoghese appare intenzionato a proseguire la sua carriera in rossonero ma manca ancora per arrivare alla firma. Per assicurarsi la possibilità di offrire a Leao un ingaggio del genere, il Milan è pronto a sacrificare tre pedine in sede di calciomercato tra gennaio e giugno. Giocatori come Saelemaekers e Pobega potrebbero salutare per mettere in cassa un tesoretto momentaneo, mentre il big che potrebbe salutare a giugno è Tomori.

Il centrale ha diverse richieste in Premier League specialmente e squadre del calibro di Manchester United e Tottenham sarebbero pronte a mettere sul piatto circa 40 milioni di euro per riportare l’inglese in patria. Il Milan sarebbe pronto a dare l’ok alla cessione, provando a puntare su Thiaw che si è presentato al meglio contro il Verona.