Smalling tradisce: addio Roma, nuova maglia in Serie A

Chris Smalling è pronto ad un vero e proprio tradimento nei confronti della Roma. Non è assolutamente un mistero il fatto che il calciatore piaccia (e non poco) ad alcuni top club della massima serie che hanno deciso di puntarlo fortemente. Il suo addio alla Roma non è assolutamente una ipotesi da scartare

Ne frattempo, da Trigoria, la dirigenza sta cercando di convincere in tutti i modi l’atleta a firmare il rinnovo del contratto. Il suo agente è in continuo contatto con i dirigenti, anche se le chiamate per il suo assistito di certo non mancano. In particolar modo non di uno, ma addirittura due club di Serie A che lo seguono con molta attenzione. Il suo contratto andrà in scadenza il prossimo 30 giugno. Una data che sta per avvicinarsi sempre di più. I tifosi giallorossi temono di perdere una delle pedine fondamentali più importanti della squadra allenata da Mourinho. Si sta cercando, in tutti i modi, di fare in modo di tenerlo in giallorosso. Anche se le avances delle altre squadre non mancano.

Nuova maglia in Serie A
Chris Smalling © LaPresse

Smalling pronto a tradire la Roma

Come riportato in precedenza il calciatore sta per vivere i suoi ultimi mesi con la maglia giallorossa. O forse no? Fatto sta che la firma sul rinnovo del contratto non è arrivata. Anche se, a questo punto, risulta molto difficile che tutto questo possa avvenire. Lo ‘Special One‘ davvero non può farne a meno. Basti pensare che ha giocato in tutte le gare sia di campionato che di Europa League. Tanto è vero che si è tolto la soddisfazione di trovare la via della rete anche in tre occasioni. La delusione per non essere andato al Mondiale è stata decisamente troppo forte. Non si è arreso ed ha continuato ad allenarsi. Magari sperando in un ripensamento di Southgate nei prossimi incontri.

Smalling, non uno ma due club sull’inglese

La Roma deve fare seriamente attenzione visto che l’interesse nei confronti del suo pupillo crescono sempre di più. In particolar modo Juventus ed Inter, ingolositi dall’idea di poterlo prendere a parametro zero. Anche se non è assolutamente da scartare il fatto che il calciatore possa piacere all’estero. Un ritorno in Premier League non è assolutamente da escludere (ha giocato per anni con il Manchester United). Magari anche una avventura in Liga non è da scartare. Fatto sta che i giorni passano e la firma sul contratto per il rinnovo ancora non arriva.